Sarà Castel di Sangro (manca solo l’ufficialità) la località scelta per il ritiro estivo del Latina Calcio in vista del prossimo campionato cadetto. Località abruzzese, come le origini del neo mister Vincenzo Vivarini, il centro collinare che si trova in provincia de L’Aquila incastonata nel cuore dell’appennino abruzzese tra il Parco Nazionale d’Abruzzo e la Majella, aprirà le porte ai nerazzurri a partire dal 15 di luglio e li ospiterà fino al 29 dello stesso mese. Il raduno dei nerazzurri è fissato invece per lunedì 11 luglio, quando la rosa del team pontino si radunerà al Park Hotel per il primo giorno di adunata. Dal giorno dopo e fino al 14 saranno in programma i soliti tre giorni fatti di visite mediche e test atletici.
I pontini cambiano quindi ancora una volta destinazione. Da quando sono tra i cadetti, infatti, i nerazzurri hanno svolto la preparazione prima a Norcia, sotto la guida di Auteri, per poi spostarsi per la prima e ultima volta sulle Alpi, e più precisamente a Folgaria, con la direzione di mister Bertta. L’anno scorso il ritorno in Umbria, dove Iuliano aveva lavorato nella tranquillità di Cascia. Ma non è la prima volta che il Latina svolgerà il ritiro in quel di Castel di Sangro. Era già successo nel primo anno di Lega Pro Prima Divisione, quando, dopo il trionfo in Seconda Divisione, mister Sanderra aveva lavorato tra le mura del «Teofilo Patini» alla vigilia di una stagione tormentata e terminata con la salvezza rocambolesca nei playout contro la Triestina.