Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Gabriele Rolando si presenta al Latina: "Qui per crescere e migliorare"
0

Gabriele Rolando si presenta al Latina: "Qui per crescere e migliorare"

Calcio

Quarantacinque minuti giocati nell’amichevole contro la Virtus Francavilla sono bastati per capire bene quali siano le sue caratteristiche: dinamismo e buona tecnica di base unite a tanta voglia di correre e mettersi in mostra. Così si è presentato Gabriele Rolando, l’esterno arrivato in prestito dalla Sampdoria, che nel test del “Patini” ha fatto l’esterno sinistro di centrocampo, nonostante sia abituato a giocare a destra. “Diciamo che nasco come esterno di destra perché il mio piede è, appunto, il destro – ha dichiarato Rolando – Ma in carriera, finora, ho fatto anche l’esterno sinistro sia di centrocampo e, all’evenienza, anche di un tridente d’attacco. Cerco di adattarmi a quello che chiede l’allenatore: il calcio è un gioco di squadra e bisogna sempre anteporre il bene del collettivo a quello personale.Se posso scegliere, comunque, preferisco fare l’esterno di centrocampo perché mi permette di partire da dietro e poter sfogare la mia corsa”

Rolando è di proprietà della Sampdoria con un contratto che scadrà a giugno 2018, lo scorso anno ha giocato a Matera, due stagioni fa a Como. Quello che partirà a fine agosto, per il classe ’95 genovese, sarà il primo campionato in serie B. Dall’esterno, che idea ti sei fatto del torneo cadetto?

 
 

“E’ sicuramente un campionato difficile, lungo, tosto ma molto affascinante. Per me sarà la prima volta in questa competizione e non vedo l’ora di iniziare con le gare che metteranno in palio i tre punti. Cercherò di rubare qualcosa ai miei compagni in questo mese che resta prima del via, in modo di arrivare pronto allo start. Giocare con il Latina è un’occasione importante, avrò parecchia visibilità: per la mia crescita sarà una stagione fondamentale”.

 
Avevi anche altre richieste dalla serie B, e tutte di società importanti. Perché proprio Latina?

“Il mister mi ha voluto fortemente così come la società: sono stato contattato più volte e, parlando, ho capito che qui mi sarei trovato bene. La Sampdoria era felice di mandarmi a Latina e, così, abbiamo fatto tutto in pochi minuti. Ora, dopo questi giorni passati in ritiro, sono ancora più convinto di aver fatto la scelta giusta. Ho trovato compagni eccezionali, che mi hanno subito fatto ambientare: c’è un gruppo ottimo”

Quali sono gli obiettivi personali e di squadra?

“A livello personale voglio crescere e migliorare: ne avrò la possibilità e assolutamente non mi farò trovare impreparato. Per quanto riguarda gli obiettivi stagionali della squadra, preferisco non dire nulla: non sono la persona adatta a farlo anche perché non ho mai fatto questo campionato e sono arrivato da poco. Ho, comunque, delle sensazioni che preferisco tenere per me”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400