Invertire la rotta cercando quella vittoria che manca più da un decennio al Matusa. Vivarini lo sa, ma è fiducioso di ricevere dai suoi ragazzi le risposte giuste. Il Latina dovrà presentarsi al Matusa senza timori, pur consapevole di avere di fronte una corazzata: "E’ chiaro che i derby sono partite a sè - ha continuato il mister - sono eventi sportivi che vanno aldilà della logica, ma noi siamo abbastanza pronti perché la squadra l’ho vista concentrata, reattiva e propensa a continuare a crescere dopo le buone cose che ha fatto in casa contro lo Spezia. C’è la voglia di fare una grande partita. Ci sarà un approccio alla gara importante, fatto subito di ritmi elevati, e noi dovremo farci trovare pronti".

 Normale che il discorso si sposti sui tanti giovani in rosa e sulla loro capacità di reggere la pressione che porta con sè una partita di questo calibro: "Non ho questo timore. Sono concentrati nel cercare di migliorarsi, anche loro come tutti i compagni ci tengono a fare bene perché hanno compreso quanto vale il derby per i nostri tifosi. E’ chiaro che sentono anche loro questa partita, ma i ragazzi hanno bisogno di crescere, e questi sono quegli eventi che fanno crescere. E’ chiaro - ha confermato Vivarini - che l’esperienza conta, ma io punto a cercare una squadra che voglia imporre la sua personalità e quella pazzia giusta per poter andare oltre".

Domani in edicola Latina Oggi si presenterà con uno speciale di 20 pagine. Interviste da Frosinone e Latina, ultime dal campo e i pronostici dei tifosi con foto e curiosità. Tutto assolutamente da non perdere!