Latina - Benevento. Domani al Francioni (inizio ore 15) se non è già l'ultima spiaggia, ci manca veramente poco. I nerazzurri, con un solo punto in tre partite, ultimi e con una penalizzazione che arriverà probabilmente da scontare presto, sono chiamati a convincere e, soprattutto, a portare a casa i tre punti senza troppi indugi: "Serve autostima nei nostri mezzi - ha detto oggi Vivarini in conferenza stampa - quella che ci è mancata in queste ultime partite e che soltanto una vittoria adesso ci può dare".

Oltra all'autostima, aggiungiamo noi, serve anche fare gol. Soltanto due quelli segnati dal Latina che fatica maledettamente dalla cintola in su, quando, in pratica, c'è da concretizzare. Per questo si cambierà qualcosa. Ma non si capisce se il tecnico si riferisce più al modulo o agli uomini: "Loro sono bravi sulle ripartenze, quindi dobbiamo farci trovare pronto sull'aspetto tattico - taglia corto Vivarini - cambieremo qualcosa rispetto al derby". La sensazione è che sarà il momento di lanciare come titolari Di Matteo per la sinistra e Boakye in avanti al posto di Paponi, restando fedeli al 3-5-2 con lo spostamento di Scaglia in posizione di mezzala al posto di Mariga.