Un'infermeria piena e una vittoria che ancora manca all'appello. Non bastano questi elementi a spaventare Vivarini, il tecnico del Latina che ha parlato in conferenza stampa prima della partenza per l'ostica trasferta di Cesena. Domani al Manuzzi i nerazzurri affronteranno una delle trasferte sulla carta più difficili della stagione, in casa di una delle grandi deluse di questo inizio di stagione: "Non c'è alcun tipo di patema. Certo, vincere farebbe bene, ma quello che adesso vogliamo è soprattutto creare un'identità di squadra solido, che possa funzionare nel corso di una stagione lunghissima". E poi sull'avversario: "Avversario forte, ma non poteva secondo me arrivare una partita migliore. Ci divertiremo a giocarla e vorremmo provare a vincerla come abbiamo sempre fatto finora. Mi ero molto arrabbiato dopo il match con la Ternana per le palle perse, ma anche quello era stato il segnale di aver voluto in qualche modo sempre e comunque imporre il nostro gioco".

Ma a preoccupare per il match di domani è la difesa, dove mancheranno Dellafiore e Garcia Tena. Pronto il giovane Coppolaro: "Ha molte chance di giocare", ha detto il mister di Ari "abbiamo giovani importanti, anche Varga e Maciucca possono giocare. A centrocampo sceglierò corsa e muscoli, perché ci vorrà molto ritmo".

Per la gara contro il Cesena, in programma domenica 2 ottobre al “Manuzzi”, Vincenzo Vivarini ha convocato 22 giocatori.

I CONVOCATI – Pinsoglio, Tonti, Sottoriva, Acosty, Amadio, Bandinelli, Boakye, Brosco, Bruscagin, Corvia, Criscuolo, Coppolaro, De Vitis, Di Matteo, D’Urso, Marchionni, Maciucca, Mariga, Moretti, Paponi, Rolando, Rocca

INDISPONIBILI – Dellafiore, Nelson, Nica, Gilberto, Garcia Tena, Pinato

SQUALIFICATI – Scaglia