Dopo quel gol la sua esultanza solitaria e rabbiosa: "E’ venuta da dentro, è stata una sorta di liberazione personale. Ho attraversato momenti difficili negli ultimi mesi", lo ha detto oggi in conferenza stampa Luca Di Matteo, l'esterno sinistro del Latina assist-man per Acosty contro il Trapani. Ma ora c'è il Carpi, e Di Matteo ha la ricetta: "Sbloccarsi era importante. Ma adesso dobbiamo metterci testa bassa e pedalare perché la Serie B non perdona chi cala di tensione e di concentrazione. Il Carpi è una squadra importante, con giocatori come Lasagna e Di Gaudio che possono sempre far male. Prendono pochi gol e sono organizzati. Noi dobbiamo andare lì, ignoranti, e stare sul pezzo come abbiamo fatto nelle ultime partite".