Ultime ore di mercato da incubo per i tifosi del Latina Calcio. Si è chiusa alle 23 fa la finestra di mercato per il calcio professionistico e il club nerazzurro ha disatteso tutte le premesse della vigilia. Niente colpi ad effetto, anzi, tutto al contrario. E' partito con sorpresa Luigi Alberto Scaglia, nonostante le rassicurazioni del direttore tecnico nerazzurro Fabrizio Lucchesi. Alla fine la società ha ceduto al corteggiamento del Parma e soprattutto alla forte volontà del giocatore, interessato a tornare vicino a casa e firmare un sonante triennale che fa sempre comodo all'età di 31 anni. Peccato che come contropartita Vivarini abbia ricevuto il solo Antonio De Giorgio, in prestito dal Crotone che da due stagioni lo ha relegato ai margini. Per lui 33 anni e pochi gol. La punta di scorta per Corvia che sostituisce le partenze di Paponi e Boakye? Neanche l'ombra. Vivarini rimane con il solo Regolanti come centravanti e dovrà puntare forte su due scommesse per sopperire alla partenza anche di Acosty, Gilberto e il giovane D'Urso. Due scommesse che si chiamano Buonaiuto e Zivec, che oggi si sono allenati con la squadra. Oltre naturalmente alla certezza Insigne.

Una finestra che sa di smobilitazione a pochi giorni dal derby con il Frosinone.