Scaldano l’acqua le pagaie dei dragoni che in questi giorni solcano il lago di Paola con a bordo gli equipaggi delle contrade che domenica si daranno ancora una volta battaglia per aggiudicarsi il drappo del palio e quindi il titolo di campioni.

L’evento, promosso dalla Pro Loco Sabaudia in collaborazione con il Circolo The Core, si terrà per il secondo anno consecutivo presso il Centro sportivo della Marina Militare. Dalle ore 17.00 alle 19.00 circa si svolgeranno le regate amatoriali che da sempre coinvolgono le associazioni e gli enti locali, con un’attenzione particolare ai giovani e allo sport integrato. "Liete conferme sono - commenta l’ideatrice e presidente della manifestazione Iunia Valeria Saggese-.  per noi gli equipaggi di Avis e Aido, Rotaract Latina Circeo, La Rete. Ci saranno poi Telethon e Lilt, Pangea, Parco Nazionale del Circeo, solo per fare alcuni nomi, oltre alla gara tra Comuni - c Lo sforzo organizzativo cresce in proporzione all’immagine e alla capacità di attrazione di questo evento che, come ho ribadito fino alla noia, è un simbolo; esprime un’identità nella quale riconoscersi, oltre ad essere occasione di sport e di festa". E a proposito di festa, sono tante le novità per il Dopopalio: in programma, cena e musica con ospiti d’eccezione quali Alessandro De Angelis e Raffaele Martini e poi la notte si scalderà con i dj Christian & Fred, direttamente dal Barkey Vision Tour. I biglietti sono disponibili presso la Pro Loco.

Tra i capitani di questa ottava edizione, molte conferme e qualche ritorno: alla guida de “La Tramontana” e de “La Gincana, rispettivamente, i capitani storici Massimo Celebrin e Antonio Perdicaro; per  La Torre, Irene Abati; per La Maga Circe, Toni Mancini, per I tre Cantoni, Fabio La Macchia.

Sazia la contrada La TRamontana che, titolare della prima coppa d'oro della storia del palio per aver vinto le ultime tre edizioni, secondo le indiscrezioni, avrebbe un equipaggio non troppo competitivo. Decisamente diverso il discorso per La Gincana e La Maga Circeo, date per favorite alla vittoria mentre c‘è grande curiosità intorno all’equipaggio de I tre Cantoni, che si allena con discrezione e potrebbe riservare delle sorprese. Infine La Torre, che si presenta ad un’altra edizione del palio con lo spirito goliardico e festoso al quale ci ha ormai abituati.

"Devo dire un grande grazie alla squadra che è dietro questo evento,- tiene a precisare il presidente della Pro Loco Gennaro Di  Leva -. Tra l’associazione che rappresento, gli sponsor, le istituzioni e i semplici cittadini volontari, si è creato un gruppo di lavoro coordinato con un fine comune: vivere un evento del quale tutti si sentano protagonisti. Questo mi dà soddisfazione, perché è così che deve essere la Pro Loco: un connettore di idee e di persone".