Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Un momento della presentazione a Expo Milano 2015
0

Dai Lepini all’Expo 2015
La nuova app del territorio

Monti Lepini

Il territorio dei Monti Lepini si presenta al mondo. E lo fa iniziando dall’Expo di Milano, dove nei giorni scorsi è stata presentata la nuova applicazione di promozione territoriale per smartphone e tablet promossa dalla Compagnia dei Lepini e la Fondazione Caetani. Due progetti tra loro complementari, rispettivamente denominati “Destinazione Lepini: strumenti di comunicazione turistica multimediali” e “Ninfa, i Caetani, il Cavata e Foro Appio”, che hanno lo scopo di unire i 18 Comuni inscritti nel territorio mettendone in mostra tutte le peculiarità, siano esse ambientali, culturali, agroalimentari. 

A questo si aggiunge una guida turistica in formato E-Book e 5 produzioni video sulle eccellenze locali. «Il nostro è un territorio poco conosciuto, ma che vanta peculiarità di primo piano sia sul piano storico, culturale e ambientale che su quello delle produzioni agro-alimentari - ha sottolineato durante la presentazione Fabrizio Di Sauro, Direttore della Compagnia dei Lepini - con il progetto ‘Destinazione Lepini’ ci proponiamo di valorizzare ed affermare la nostra area quale ‘destinazione turistica’ che fonda la sua attrattività sulla ricchezza delle tradizioni e delle produzioni enogastronomiche, sulla rilevante quantità e qualità di beni culturali, sulla varietà e specificità delle attrattive naturali e ambientali. Per far ciò abbiamo puntato con forza sull’elemento tecnologico, sviluppando una serie di strumenti innovativi, quali l’app iLepini e la guida turistica in formato ebook che possano davvero incontrare le esigenze in un pubblico moderno, ma al tempo stesso attento alle tradizioni». 

In piena linea con la necessità di“fare sistema”per meglio affrontare le sfide di promozione territoriale sia a livello nazionale che internazionale, la Compagnia dei Lepini si è presentata ad Expo insieme alla Fondazione Roffredo Caetani, che ha presentato il progetto “Ninfa, i Caetani, il Cavata e Foro Appio dalle colline al mare”, oltre ad illustrare una serie di altre iniziative ed idee in fase di sviluppo. 

«Durante l’anno il Giardino di Ninfa, benché c'è stato affidato in gestione dalla Famiglia Caetani oltre al Castello Caetani di Sermoneta, il complesso monumentale di Tor Tre Ponti e a circa 300 ettari di terreni agricoli e altri beni immobili, ha tagliato il traguardo dei 70.000 visitatori,con un incremento di oltre 10.000 unità rispetto al 2014 - ha spiegato Giacomo Sottoriva, Presidente dell Fondazione Roffredo Caetani - Il nostro obiettivo è di valorizzare quanto più possibile questo giardino straordinario, che il 23 ottobre riceverà il riconoscimento di“Parco più bello d’Italia”e che è certamente tra i dieci giardini più belli al mondo. Ma i nostri progetti non si limitano alla valorizzazione di Ninfa: in occasione dell’anno del Giubileo, ad esempio, vogliamo dedicare sforzi e risorse alla promozione del ‘Cammino di San Paolo’».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400