Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




chef fusco

lo chef stellato all'opera

0

Chef Fusco e Tognazzi, lo spettacolo è... stellato

Castel Romano

Magie ai fornelli
e aneddoti 
deliziosi
scandiscono 
una mattinata
speciale
L'arte 
della cucina 
italiana

In compagnia di un simpaticissimo Gianmarco Tognazzi, ieri, a Castel Romano Outlet abbiamo assistito alla realizzazione di un piatto creato appositamente per l’evento “Taste of Excellence” dallo Chef Andrea Fusco, nato nel ’78 e patron del ristorante “Giuda Ballerino!”. Fusco ha ricevuto tanti riconoscimenti dalle Guide Gastronomiche più importanti, fino ad arrivare, nel 2010 ad essere premiato con 1 stella “Michelin”. Dal 2015 si trasferisce dal quartiere tuscolano, nel cuore di Roma, all’ottavo piano dell’Hotel Bernini Bristol. Lo show cooking, organizzato da Castel Romano Outlet in collaborazione con “Taste of Excellence” è il primo di una serie di appuntamenti dedicati alla cucina d’eccellenza e alla cucina di qualità che sembra tornata ad essere una delle grandi passioni degli italiani, visti i successi dei vari programmi Tv e del consenso ottenuto dal Food all’Expo.
Cucina non solo da assaporare seduti al tavolo di un buon ristorante, ma da presentare a casa per deliziare i propri ospiti. La kermesse è partita con l’intervista dell’attore - ballerino Gabrio Gentilini, arrivato a Roma da Milano, dove il 13 novembre ha debuttato al Gran Teatro con il musical “Dirty Dancing”. Approfittando di una pausa dalle prove, si è concesso una giornata di shopping nel Centro Mcarthurglen, alle porte di Roma. Gianmarco ha deliziato i presenti allo show cooking con aneddoti divertenti su suo padre, Ugo Tognazzi. Tra i tanti, ha raccontato la storia del pozzo per l’acqua. Quando suo padre comprò la tenuta a Velletri non immaginava che l’acqua non ci fosse. Quanto dispendio di energia e denaro gli costò quel pozzo! I suoi ortaggi erano prodotti... “a caro prezzo”. In quella tenuta, trasformata in azienda agricola “La Tognazza amata”, da qualche anno Gianmarco e sua moglie producono una serie di vini: “Come se fosse” da uve Merlot; “Tapioco” da uve bianche; e “Antani” Syrah che ha accompagnato il piatto dello Chef: “Risotto alla zucca con funghi porcini in tempura, tartare di piccione e il suo fondo e liquirizia”. Ricetta ispirata dal libro di Ugo Tognazzi “La mia cucina” e preparata con ingredienti di stagione (così come è solito fare Fusco, giocando con la tradizione e la modernità e a volte azzardando), lo chef le ha conferito con le sue mani sapienti un tocco di freschezza, aggiungendo germogli di daikon e polvere di liquirizia. Fusco ha cucinato con il suo staff mentre nella sala si spandeva l’aroma dei funghi e delle erbe aromatiche, capaci di risvegliare qualsiasi appetito. Finale con assaggio da applauso. Il secondo appuntamento, l’8 dicembre, sarà con lo Chef Davide Del Duca, del Bistrot “L’Osteria Fernanda”, tra i più talentuosi della sua generazione. Accompagnato da Andrea Marini sommelier e bartender. L’evento è ad ingresso libero, per partecipare basta iscriversi a www.mcarthurglen.com/it.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400