Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Lo chef di Gaeta Claudio Petrolo con Sandro Serva
0

Petrolo “Ristorante dell’Anno”.

Gaeta

La soddisfazione incontra l’orgoglio e sul volto di Claudio Petrolo appare un sorriso veramente radioso. E come non essere felice di fronte ad un riconoscimento che va a confermare la professionalità e il talento dello chef originario di Minturno, e l’alta qualità del suo ristorante, a Gaeta, premiato quale “Ristorante dell’Anno” a Roma in occasione della 18esima edizione di Bibenda. Petrolo ha commentato l’altra sera, a cerimonia conclusa: «Si tratta di un riconoscimento che mi inorgoglisce, a coronamento del continuo lavoro svolto grazie anche ai miei collaboratori. Il mio ristorante persegue l’eccellenza scegliendo di intrecciare territorio e tradizione con le moderne tendenze della cucina gourmet».

«E’ il coronamento
del continuo lavoro
svolto grazie anche
ai miei collaboratori».

L’ambito premio va così ad aggiungersi alle tante altre attestazioni che hanno posto in primo piano la cucina del “nostro” chef che ha ottenuto il “Cappello” dell’Espresso, le due “Forchette” del Gambero Rosso proprio lo scorso mese e risalto sulle guide Michelin e Identità Golose. Il ristorante appare adesso sul volume “Bibenda 2016”, strumento ‘essenziale’ per il turismo di settore.

Diretta da Franco M. Ricci, presidente di Fondazione Italiana Sommelier, di Worldwide Sommelier Association e direttore di Bibenda, la “Guida ai migliori vini, grappe, oli, birre e ristoranti d’Italia” è curata da Paola Simonetti, con una squadra composta da 40 collaboratori, tutti sommelier. «E’ stata veramente una bella serata», ha dichiarato ancora Petrolo riferendosi alla cerimonia romana che, aperta dalla Fanfara dei Carabinieri, è proseguita con la premiazione dei Ristoranti insigniti dei 5 Baci e i Ristoranti dell’Anno, nonché i produttori di Olio 5 Gocce e i migliori Birrifici. 

Grand finale a tavola, per la Cena di Gala preparata da Gianfranco Vissani. Formatosi alla città del gusto del Gambero Rosso, Claudio Petrolo ha proseguito il suo percorso in giro per l’Europa; ha affinato la sua preparazione presso il Racò de Can Fabes a Sant Celoni (Barcellona), guidato dello Chef Santi Santamaria (3 stelle Michelin); El Celler de Can Roca, a Girona dello Chef Joan Roca, (3 stelle Michelin); la Reserva de Beaulieu a Beaulieu sur Mer (Francia) con lo Chef Oliver Samson, (2 stelle Michelin); La Terrazza dell'Hotel Eden, a due passi da via Veneto a Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400