La lista politica del Sestante ripropone la questione della messa in sicurezza dell'esondazione del Fosso de La Fiora, da anni considerato a rischio. Circa 80 firme sono state protocollate insieme a una lettera che illustra il problema al Comune di Terracina.  "Nel 2001 venne redatto un progetto ad opera dell’ingegnere Roberto De Gennaro denominato Lavori di salvaguardia e regimentazione Fosso La Fiora – come si legge nella lettera indirizzata al commissario Erminia Ocello accompagnata dalle firme raccolte da Giancarlo Carinci – La regione Lazio lo finanziò con 500mila euro. Seguì, dopo alterne vicende, il progetto esecutivo nel 2004 che venne definitivo dopo vari aggiornamenti nel 2006. Solo successivamente vennero eseguiti i lavori ma il progetto originario fu talmente snaturato che il P.A.I (Piano Stralcio di Bacino per l’Assetto Idrogeologico) a conclusione dei lavori pose il vincolo F1 ovvero zona a massimo rischio esondazione. Un vincolo che aprirebbe anche la possibilità di chiusura preventiva della Scuola Materna, quale struttura pubblica, per ovvie necessità di sicurezza".