Balneari uniti per chiedere soluzioni concrete alla direttiva europea Bolkestein, che impone agli stati membri di mettere all’asta le concessioni demaniali a garanzia della concorrenza, come per qualsiasi altro appalto. Tutto pronto per il convegno di venerdì a Roma organizzato da Itb Italia, dove una folta delegazione di balneari incontrerà esponenti di tutti i gruppi parlamentari per discutere di proposte condivise sulla direttiva europea che dal 2020 prevede la messa all’asta delle spiagge. Gino Di Lello, operatore balneare e vicepresidente di Itb, chiederà a nome della categoria che venga studiata una proposta in grado di tenere conto delle peculiarità delle 30 mila imprese balneari che hanno investito nel settore e che dunque ne tuteli le prospettive. La questione è già stata discussa lo scorso 28 gennaio nella biblioteca del parlamento a Roma, insieme ai senatori del Partito democratico.