Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Gioco d'azzardo, proposta per Terracina Comune "slot-free"
0

Gioco d'azzardo, proposta per Terracina Comune "slot-free"

L'idea

La battaglia della lista civica Res in appoggio al candidato sindaco del "Sestante" Agostino Pernarella

Fare di Terracina un Comune “slot-free”, senza gioco e senza macchinette mangia-soldi. Lo propone la lista “Res”, Rete ecologia e solidarietà che appoggia la lista “Sestante” del candidato sindaco Agostino Pernarella. Una battaglia precisa per arginare il fiume di slot machine che ha invaso bar e attività commerciali. «Per incentivare questa scelta - scrive la lista - intenderemo portare all’attenzione del Consiglio comunale proposte di agevolazione rispetto alle imposte comunali». Che poi non si tratta di una novità assoluta ma di mutuare esperienze già consolidate in altri Comuni italiani. «Intendiamo in particolare proporre uno sgravio che riguarderà non solo coloro i quali faranno sparire le famigerate macchinette dal negozio, ma anche tutti i pubblici esercizi che le slot machine non le hanno mai volute installare. Lo sgravio proposto abbatterà i costi per le tasse comunali Imu, Tosap e imposta sulla pubblicità, che dovranno essere regolarmente pagati dagli esercenti, i quali potranno poi chiedere e ottenere il rimborso». Il gruppo “Res” premette che valuterà di finanziamento dell’iniziativa, ma in alcuni Comuni “slot-free” si è arrivati ad un rimborso annuo fino a mille euro. Una battaglia non nuova, se si pensa alle molteplici richieste che il sindacato dei pensionati Spi-Cgil ha rivolto in passato al Cinybe, senza tuttavia ottenere esito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400