Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Minchella passa la mano e sostiene Di Tommaso

Davide Minchella, ex assessore provinciale

0

Minchella passa la mano e sostiene Di Tommaso

Terracina

L'ex assessore eletto nel 2011 nella coalizione Procaccini finito nel tritacarne della guerra del centrodestra decide di appoggiare il candidato del Pd

Non vuole incarichi, non ha intenzione di candidarsi e c’è da immaginare che la politica attiva lo abbia in qualche modo deluso. Ma Davide Minchella, classe ‘81, la sua scelta di campo l’ha fatta anche in queste elezioni amministrative: a sostegno del candidato sindaco del Pd Alessandro Di Tommaso.

Eletto con un bel pacchetto di voti nel 2011 nelle file dell’Udc di Michele Forte, a 30 anni Minchella ha bruciato le tappe, passando immediatamente dai banchi del Consiglio comunale di Terracina alla poltrona di assessore nella giunta provinciale, dove ha avuto la delega ai Fondi Ue e alle Grandi opere. Grosso impegno, competenza, lealtà alla coalizione, almeno fino a quando in via Ezio non è scoppiata la crisi da cui è partita la frantumazione del centrodestra. Una frattura tra l’Udc di Michele Forte e l’allora Pdl le cui conseguenze si intravedono ancora oggi.

Dopo la sospensione dell’allora presidente Cusani, Minchella si è visto sacrificato insieme a Gerardo Stefanelli (anch’egli in giunta con l’Udc e attualmente candidato sindaco del Pd a Minturno). Ma sembra una vita fa. Oggi le province sono solo l’ombra di se stesse, i personaggi si sono sparpagliati e Minchella se ne resta in disparte. Si dice che in molti, fino alla fine, gli hanno chiesto di riprovarci: qualcuno gli aveva proposto di partecipare alle primarie a Terracina, di candidarsi a queste amministrative, altri nel Pd lo volevano negli organi direttivi dei Dem. Non c'è stato nulla da fare. Eppure qualcosa l’ex assessore la sta facendo: ha deciso di appoggiare Di Tommaso, specialmente in questi ultimi giorni che restano prima della presentazione delle liste. Un lavoro dietro le quinte e, assicurano i confidenti, senza tornaconti. D’altra parte se avesse voluto, la discesa in campo Minchella l’avrebbe dichiarata prima. Circa 360 voti alle comunali del 2011, alle politiche del 2013 con l’Udc una performance niente male per un partito che stava scomparendo e nel 2014 alle europee appoggiò, senza particolari esposizioni, il candidato Nicola Danti del Pd toscano, che a Terracina prese 460 voti secchi.

Ora il suo peso potrebbe farsi sentire per la corsa di Di Tommaso, soprattutto nelle aree di campagna. Per il futuro, si vedrà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400