Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Laura Camerani: asili familiari, valorizzazione dei prodotti tipici e turismo

Laura Camerani e Nicola Procaccini

0

Laura Camerani: asili familiari, valorizzazione dei prodotti tipici e turismo

Terracina

L'agronomo candidata nella lista Sciscione a sostegno di Nicola Procaccini

Laura Camerani, 46 anni, agronomo, candidata nella Lista Sciscione, presenta così la sua corsa al voto: “Trovo grandiosa l’unione di idee tra Gianfranco Sciscione e Nicola Procaccini, hanno saputo superare gli ostacoli di colori partitici diversi, cosa alquanto rara ed ammirevole, approdando ad una speciale lista civica libera ed autonoma. In riferimento alla lista Sciscione, di cui faccio parte, apprezzo molto il fatto che non siamo espressione diretta di un partito politico nazionale ma siamo un movimento che mira ad affrontare e risolvere problemi locali. Sciscione e Procacccini sono due persone determinate ed umili allo stesso tempo, sempre gentili e disponibili con tutti e destinate a compiere insieme grandi opere per la nostra città”, la candidata ha poi aggiunto: “In questi tempi di crisi sociale ed economica, il mio desiderio è dare una mano alle famiglie e a coloro che necessitano di risolvere problemi dovuti spesso al disinteresse dei politici che non sono stati in passato lungimiranti. Ritengo che, se si cambiasse mentalità, moltissimi problemi attuali non esisterebbero. Collaboro privatamente presso il Centro Unico Servizi Utili di Terracina e mi accorgo quanto le persone siano afflitte ogni giorno da problemi di varia natura. Il mio desiderio è creare uno Sportello Comunale al servizio dei cittadini che sappia risolvere realmente problemi anche fiscali, esattoriali e legati al mondo del lavoro. Un mio progetto è quello che il Comune di Terracina, come già avviene presso altri Comuni, sviluppi una rete di donne e/o madri che possano, presso le proprie abitazioni, dare vita ad una sorta di asilo familiare per bambini neonati e non, in modo di prendersi cura di pochi bambini che verrebbero seguiti in un ambiente familiare. Anche le loro madri potrebbero così lavorare e non avere sensi di colpa di non portare a casa uno stipendio. Al Comune costerebbe meno rispetto alle strutture comunali e si offrirebbe più possibilità di lavorare alle donne. Inoltre mi piacerebbe fosse di nuovo attivo lo Sportello Agricolo per offrire servizi e sostegno agli agricoltori e che Terracina diventi famosa per le sue produzioni agro-alimentari in tutto il mondo, sponsorizzate dal Comune stesso, attraverso internet, mostre mercato, organizzazione di eventi enogastronomici, al fine di valorizzare i prodotti locali che meritano di essere conosciuti ovunque. Abbiamo infatti la fortuna di vivere in un territorio non industriale quindi i nostri prodotti sono puliti e sani e ciò deve diventare un punto di forza. Terracina ha tantissimi prodotti a suo attivo. Anche i prodotti ittici meritano di essere valorizzati insieme ai quotidiani problemi dei pescatori terracinesi legati ad esempio alla portualità. Occorre considerare che il nostro settore turistico ha grandi potenzialità ancora da sviluppare ed io stessa in passato ho operato come guida turistica ambientale. Si potrebbe ad esempio allungare la stagione estiva per stabilimenti balneari, campeggi, alberghi, attraverso riduzioni sulle tasse comunali. Occorrerebbe inoltre riqualificare le zone periferiche, migliorando la viabilità, l’arredo urbano e creando centri di aggregazione sociale per anziani e centri sportivi per ragazzi, dove poter passare il tempo libero”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400