Il candidato al consiglio comunale per la lista Terracina2026 per Alessandro Di Tommaso sindaco, Marco Senesi, torna a discutere della situazione del piazzale di via Stella Polare. "Mi sono soffermato più volte sull’esigenza di un’area attrezzata per i camper nella nostra città. Abbiamo fatto foto, scritto articoli e per  quello che mi riguarda è una tema questo che non può più aspettare. Intanto va chiarito che la battaglia non è contro i camper o contro questo tipo di turismo, anzi, siamo sono convinto che la nostra città debba organizzarsi per ospitare in maniera seria e civile questo tipo di turismo. Renderlo ovvero parte integrante dello sviluppo della nostra comunità e del nostro modello di turismo  e non solo un problema. Per farlo bisogna inevitabilmente superare l’alloggio temporaneo oggi individuato in Via Stella Polare". Secondo la denuncia di Senesi, infatti, il parcheggio in questione non è un’area attrezzata infatti, dato che  mancano le condizioni di base come  le piazzole per lo scarico con relativo depuratore di decantazione, le colonnine per l’acqua e la corrente, zone di ombra, vigilanza e delimitazione dell’area. "Insomma tutti i presupposti per poter essere definita una zona attrezzata per i camper. Eppure le indicazioni o meglio la cartellonistica all’entrata Sud della nostra città indica il contrario. Senza parlare poi dei siti dei camperisti dove Via Stella Polare viene definita come un’area da sogno a due passi dal mare con pesce fresco a volontà e soprattutto gratuita. E a leggerle queste cose un po’ di rabbia viene, specie se si pensa a come verranno scaricarti i camper, dato che non ci sono piazzole attrezzate. Inevitabilmente il dubbio ricade sul fatto che tutto ciò avvenga in maniera abusiva, magari alzando i pozzetti delle acque chiare".

Dal candidato una proposta chiara: "Si può realizzare un’area attrezzata per i camper a gestione diretta da parte del Comune o in convenzione, questo rappresenterebbe infatti un introito importante per le casse comunali ma anche un indotto rilevante in termini di gestione e opportunità lavorative. Va poi considerato che il parcheggio in Via Stella Polare è strategico specie e soprattutto durante il periodo estivo e soprattutto  dopo la realizzazione della ista ciclabile lungo tutto il nostro Viale Circe. Dopo la realizzazione della pista ciclabile infatti, si è fatta sentire sempre di più la carenza di parcheggi, carenza che la passata amministrazione ha cercato di compensare a colpi di varianti sul P.r.g. per le zone adibite a  verde pubblico al fine di realizzare nuovi parcheggi sul tratto di Viale Circe. Dal mio punto di vista invece andava liberato il parcheggio di Via Stella Polare, restituita l’area a parcheggio per auto, andando a realizzare impianti per l’affitto delle bici (bike sharing) in modo tale da poter così raggiungere la pista ciclabile sul Viale Circe. Arrivo e partenza del bus navetta per permettere ai nostri turisti di lasciare la macchina e godersi così la nostra città a piedi o in bicicletta".