Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Parcheggio più "salato" al parcheggio della stazione, il botta e risposta

Il parcheggio della stazione di Monte San Biagio

0

Sosta più "salata" al parcheggio della stazione, il botta e risposta

Terracina-Monte San Biagio

La campagna elettorale finisce per occuparsi anche del caso dell'aumento delle tariffe 

La campagna elettorale finisce per oltrepassare i confini di Terracina e sconfina nella vicina Monte San Biagio. La polemica sull'aumento delle tariffe per la sosta nel parcheggio antistante la stazione ferroviaria è al centro di un botta e risposta tra il candidato sindaco di Fratelli d'Italia Nicola Procaccini e quello di Forza Italia Gianluca Corradini.

"I cittadini di Terracina - ha attaccato Procaccini - ancora una volta beffati: non basta che il treno manchi da Terracina da settembre 2012, non basta che i pendolari che partono tutte le mattina da Monte San Biagio debbano pagare un significativo abbonamento del treno, a questo si aggiunge che il Comune di Monte San Biagio ha deliberato un aumento importante delle tariffe del parcheggio antistante la Stazione, valido solo per i non residenti. Il ticket del parcheggio, poi, non è cedibile, ciò significa che più persone della stessa famiglia che si recano alla stazione con macchine diverse, devono pagare più ticket diversi. Riguardo la “struttura”, il parcheggio versa in condizioni piuttosto precarie, mancando videosorveglianza e qualsiasi servizio anche minimo. In più, l’area sulla quale vengono posteggiate le auto, sta letteralmente sprofondando. Sono questi i servizi per i quali i pendolari si meritino un aumento del prezzo del ticket di posteggio? Se a questo aggiungiamo le condizioni in cui versa la Stazione di Monte San Biagio, per quanto riguarda l’accesso ai portatori di handicap, ancora di più sentiamo la rabbia nei confronti di chi non sostiene il ritorno del treno a Terracina".

Critiche, quelle di Procaccini, che non sono state per nulla digerite dalla controparte. "Alla luce delle dichiarazioni dell’ex sindaco Procaccini sugli aumenti del parcheggio della stazione di Monte San Biagio, ho ritenuto opportuno confrontarmi con il sindaco Federico Carnevale per sapere se ci saranno veramente dei disagi e dei danni per i cittadini di Terracina. Federico mi ha confortato sulla situazione del parcheggio e della stazione di Monte Sa Biagio, che è stata scelta nel progetto 500 stazioni di Rete Ferroviaria Italiana e per fine anno sarà completamente rinnovata. Tra gli interventi previsti l’innalzamento dei marciapiedi dei binari per eliminare le scalette del treno e le barriere architettoniche, la realizzazione di un sottopasso, l’installazione di pensiline ai binari per l’attesa dei treni, nuova segnaletica, la ristrutturazione della sala d’attesa, una nuova biglietteria, servizio informazioni e bagni autopulenti per il parcheggio.
I lavori inizieranno a breve e termineranno per fine anno e saranno svolti senza arrecare alcun disagio alle migliaia di pendolari, anche terracinesi, che usufruiscono della stazione di Monte San Biagio ogni giorno. Anche il parcheggio sarà riqualificato, a fine estate termineranno i lavori che doteranno l’intera area di una nuova illuminazione a led e di un sistema di videosorveglianza all’avanguardia. Per quanto riguarda l’aumento dei costi, di cui parla Procaccini, Carnevale mi ha spiegato che il prezzo del parcheggio sarà di un euro per l’intera giornata (a fronte dei 0,50 centesimi che si pagano ora) e che non è vero che il pagamento non è cedibile perché per ogni abbonamento è previsto l’inserimento di due targhe. Il parcheggio è usufruito, oltre che dai pendolari terracinesi, anche dai cittadini di Lenola, Campodimele e Fondi e il Comune di Monte San Biagio è stato obbligato a questo minimo aumento a fronte del taglio delle sovvenzioni del Governo centrale. Sarebbe bene - conclude Corradini - che l'ex sindaco si informasse prima di fare dello sciacallaggio elettorale, considerando che, a fronte di questo aumento del parcheggio, i cittadini di Terracina e degli altri Comuni limitrofi potranno usufruire di servizi migliori ed una stazione rinnovata. E’ ovvio che anche noi ci battiamo per il ripristino della stazione di Terracina ma, considerate le tempistiche della Regione Lazio, nel frattempo dobbiamo collaborare con Monte San Biagio per creare ai terracinesi il minor disagio possibile e il sindaco Carnevale è pronto a dare il suo contributo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400