Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Stop all'antenna in via Jurmala, il Comune ferma l'iter
0

Stop all'antenna in via Jurmala, il Comune ferma l'iter

Terracina

Il Wwf: "Ora aggiorniamo il piano antenne". Procaccini: "Apprezzamento per il gesto del commissario"

Non erano mancate le polemiche all'indomani dell'autorizzazione alla realizzazione di un'antenna in via Jurmala, a poca distanza da un altro impianto autorizzato di recente in piazza Donatori di Sangue. Il Comune, valutata la situazione, ha deciso di procedere con la revoca della concessione. Diversi i commenti positivi che si sono registrati in merito.

"Un gesto di saggezza anche se sostenuto soltanto da considerazioni economiche" scrive in una nota il Wwf locale. "Oggi il commissario straordinario Erminia Ocello con i poteri della Giunta ha revocato la precedente autorizzazione con la quale un gestore di telefonia mobile avrebbe potuto installare una nuova antenna in Via Jurmala. Ora occorre andare all’aggiornamento del Piano di Riassetto Analitico delle Emissioni Elettromagnetiche (P.R.A.E.E.T.) prima ancora di quantificare il costo che un’azienda dovrà sostenere per poter installare sul territorio comunale altre antenne".

Anche il candidato sindaco Nicola Procaccini si è detto soddisfatto dell'iniziativa del commissario. "Desidero esprimere il mio sincero apprezzamento e sollievo per la revoca della delibera commissariale con la quale nei giorni scorsi si è autorizzata l’installazione di una antenna telefonica nello spazio comunale di via Jurmala – dichiara Nicola Procaccini -  Al netto delle motivazioni addotte per la revoca, resto convinto che la non presenza di via Jurmala tra le aree individuate nel 2009 per l’insediamento di tali opere, fosse di per sé dirimente. Se a ciò si aggiungono le ragioni formali rappresentate nella delibera di revoca, mi sento ancora più convinto della mia richiesta di ritiro formulata all’indirizzo del Commissario pochi giorni or sono. Mi auguro che adesso si possa valutare con la giusta attenzione la destinazione di quell’area, possibilmente ponendola a servizio della comunità cittadina. Per un parco sportivo o per un’area verde a disposizione della Parrocchia di San Domenico Savio, se ne ragionerà nei giorni successivi all’insediamento della nuova amministrazione comunale, qualunque essa sia. Dopo di ché, bisognerà affrontare anche la questione della rotonda di Viale Europa. E lo faremo. Ma intanto – conclude Procaccini - rallegriamoci del primo passo fatto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400