Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

.




Ospedale, assunzioni "ingessate" e servizi al palo
0

Ospedale, assunzioni "ingessate" e servizi al palo

Terracina

Nuovo appello del comitato in difesa del Fiorini: "Intervenire subito"

Ora servono i fatti, perché i tempi per chiacchiere e promesse sono finiti. Torna ad alzare la voce il comitato in difesa dell'ospedale di Terracina che torna a lanciare un appello ai vertici aziendali. Il 4  maggio scorso, il comitato in difesa dell’ospedale di Terracina, ha avuto un incontro, nella sede regionale, con il  responsabile della segreteria  ufficio Commissario ad Acta dott. Egidio Schiavetti per affrontare e risolvere i sottoelencati ed altri problemi non risolti. Tra i nodi da scogliere, l'istituzione dell’Osservazione Breve Intensiva (OBI), con almeno quattro posti letto da istituire, oltre alle funzioni  traumatologico E-Team NeuroVascolare/Pronto soccorso esperto (TNV/PSe), e l’elisuperficie. Tra le richieste anche l’assunzione urgente di Ortopedici, tra cui il primario, la cui carenza sta determinando notevoli problemi al personale medico che con innumerevoli sacrifici, stanno garantendo la normale assistenza; l’assunzione urgente di  anestesisti la cui carenza non consente di eseguire gli interventi ordinari,  ma solo quelli d’urgenza; l’assunzione del Primario Chirurgia; istituire la Reperibilità Cardiologica nel Presidio Ospedaliero Centro. Infine l'assunzione del necessario personale medico, infermieristico e tecnico per far fronte, tra l’altro, alle esigenze della stagione estiva.

In quell'occasione il dott. Egidio Schiavetti, nel rispondere ai problemi sollevati, aveva risposto che per l’istituzione dell’Osservazione Breve Intensiva (OBI), sono stati concessi alla Asl di Latina più di 400 mila euro, reperiti grazie al recupero dell’evasione dei ticket. Per quanto riguarda l’assunzione degli anestesisti, degli ortopedici, la regione, in deroga al blocco del turn over, ha già provveduto ad autorizzare le assunzioni, con l’utilizzo delle graduatorie esistenti, in mancanza con la mobilità nazionale e, in mancanza, con gli avvisi pubblici e i concorsi. Per il primario della chirurgia l’assunzione, sarebbe dovuta avvenire entro i successivi trenta giorni.

"Le stesse garanzie ci sono state date anche per l’assunzione del necessario personale per affrontare la stagione estiva" ha pure sottolineato il comitato. "Il dott. Egidio Schiavetti ha fatto presente, che nel caso in cui si dovessero intravedere ritardi per le necessarie assunzioni, si sarebbe reso disponibile ad un incontro congiunto tra il comitato in difesa dell’ospedale di Terracina, la dirigenza della ASL e la Regione". Giovedì 19 maggio scorso, una delegazione del comitato in difesa dell’ospedale di Terracina si è incontrato con il Direttore Generale della ASL Dott. Giorgio Casati, alla presenza del Direttore Sanitario Dott.ssa Capasso.

I rappresentanti del comitato hanno chiesto di risolvere i suindicati  problemi con particolare riferimento alle assunzioni del primario di Chirurgia,  degli ortopedici e degli anestesisti. Inoltre, hanno sollecitato l’assunzione di personale per far fronte alle maggiori esigenze derivanti dall’arrivo della stagione estiva e di far redigere il progetto da un tecnico, per far  adeguare e ampliare gli attuali locali del Pronto Soccorso, per  istituire, tra l’altro,l’Osservazione Breve Intensiva con i fondi erogati dalla Regione Lazio. Il direttore Generale e la Dottoressa Capasso, nel rispondere ai problemi sollevati dal comitato, hanno fatto presente che la Regione Lazio ha concesso le deroghe per le assunzioni di tutto il personale necessario in tutta l’Azienda Asl, ivi incluso per l’ospedale di Terracina. Tuttavia, per fare le assunzioni, in base alle disposizioni regionali, bisogna prima provvedere allo scorrimento della graduatoria die concorsi pubblici e in casso di infruttuoso scorrimento, bisognerà provvedere tramite la procedura di mobilità a livello nazionale e successivamente l’espletamento dei concorsi pubblici.

"Questo metodo per le assunzioni - sostengono dal comitato - potrebbe comportare tempi tecnici non conciliabili con le urgenze di assunzione di personale per far fronte alle carenze già esistenti e per far fronte alle maggiori esigenze derivanti dalla stagione estiva. Tuttavia, si farà ogni sforzo per assumere il necessario personale per far fronte alle esigenze dell’ospedale di Terrracina. A tale scopo, sono state attivate le procedure di selezione, si è in attesa delle relative risposte da parte delle varie qualifiche professionali e, entro un tempo più o meno breve, salvi imprevisti, saranno assunti i dipen- denti delle varie qualifiche già autorizzate dalla regione. I rappresentanti del comitato in difesa dell’ospedale di Terracina, vista la situazione, ritengono che adesso bisogna passare dalle promesse ai fatti concreti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400