«Siamo in attesa di una ricostruzione di un tasso di credibilità da parte delle forze politiche attualmente soltanto sconcertante». Il Wwf Litorale laziale - gruppo Litorale pontino - striglia la Regione e il suo elenco di opere ammissibili a finanziamento per il rischio idrogeologico. L’occasione è ancora una volta la riattivazione della linea ferroviaria. Dalla Pisana di recente sono arrivate notizie di 20 milioni di euro pronti per Terracina, tra cui 9 e rotti per mettere in sicurezza il monte Cucca. Ma il Wwf, che ha guardato gli atti, precisa: «La determinazione parla di interventi ammissibili a finanziamento, sembrava già finanziata la nostra linea ma avrebbe dovuto imporsi su centinaia di altre realtà regionali appropriandosi di oltre 9 milioni sui 55 disponibili».

Quello che è certo, continua il Wwf, «essere stata inserita nell’elenco delle opere finanziabili non si configura nemmeno nel bicchiere mezzo pieno ma appena in una goccia insufficiente neanche a bagnarsi le labbra. Siamo in attesa di una ricostruzione di un tasso di credibilità da parte delle forze politiche attualmente soltanto sconcertante».