Per lo stadio "Colavolpe" di Terracina potrebbe essere davvero l'anno della svolta. Dopo anni di abbandono, furti e degrado, l’impianto sportivo di via Ceccaccio sarà gestito in via temporanea dalla società “Polisportiva Terracina Calcio”. La società sportiva infatti potrà assumere in concessione, per la sola stagione agonistica 2016/17, l’impianto del “Colavolpe” e anche il “San Martino B”. La convenzione prevede che il gestore privato abbia in uso anche tutti gli immobili connessi. La società avrà quindi uso e gestione degli impianti sportivi ma in cambio dovrà metterci del suo. Si tratta di rispettare l’obbligo previsto dalla convenzione di eseguire i lavori e le opere necessarie alla completa riattivazione degli impianti a proprie cure e spese senza la possibilità di ottenere, anche in futuro, alcun tipo di ricompensa da parte del Comune per le opere da effettuare. Il Terracina Calcio dovrà anche effettuare la voltura a proprio carico di tutte le utenze e servizi - acqua, luce, gas, pulizia, custodia - e sostenerne il relativo onere economico per tutto il periodo della propria gestione.