Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Roghi notturni e fumi invasivi, denunce a raffica.

Cenere tra i campi dopo un rogo notturno

0

Roghi notturni e fumi invasivi, denunce a raffica.

Terracina

Cittadini preoccupati e centralini intasati per il fenomeno degli incendi che la notte infestano l'aria

Cosa succede da oltre una settimana tra i campi e nei cieli della città? Da dove vengono quegli odori e quei fumi che ormai sono sulla bocca di tutti? Chi è che appicca i fuochi la notte, e cosa brucia? Sono queste le domande che continuano ad assillare molti cittadini di Terracina, negli ultimi giorni in particolare nella zona residenziale a nord della città, ma nei giorni precedenti anche in pieno centro, dove da giorni arrivano le puzze di qualcosa che brucia. Sterpaglie, ma anche plastica, sembra di avvertire all’olfatto, ma ad oggi non si è riusciti ad individuare i focolai. Telefonate ai carabinieri, ai vigili del fuoco, forestale, vigili urbani, per dei residui bruciati trovati sui balconi delle abitazioni. Nel mirino, le campagne, dove spesso si appiccano fuochi per bruciare la vegetazione, e in qualche caso anche plastica delle serre. Gli odori si diffondono solo la notte, dai fumi che provengono da diverse zone: perlustrate, anche dai privati cittadini, le contrade di Ceccaccio, la zona Mortacino, via Briccicheto, La Valle. La stessa amministrazione comunale ha avuto numerose segnalazioni, ha raccolto delle fotografie, così come la forestale sta portando avanti degli accertamenti. Su facebook dal 18 luglio scorso ad oggi è un susseguirsi di messaggi e fotografie. Sì, nelle campagne si vedono plastiche di serre bruciate sul ciglio della strada, cenere dovuta alla vegetazione, residui di roghi. Ci sarebbe anche una tecnica per non destare troppa attenzione, quella di tenere la combustione bassa, senza fiamme alte, il che rende le ricerche ancora più difficili. Ma le indagini le lasciamo agli inquirenti. I cittadini sono comunque preoccupati per quello che respirano e hanno fatto appello al Comune, alle forze dell'ordine, anche alle associazioni. Si sta muovendo anche il circolo locale di Legambiente, raccogliendo fotografie, segnalazioni e denunce da presentare in un esposto alla procura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400