Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Conoscere il sociale, torna Solidarietà in festa

Del Prete, Soscia e Curati di Rete Solidale

0

Conoscere il sociale, torna Solidarietà in festa

Terracina

Dal 2 al 7 agosto alla "Pineta"

Dal 2 al 7 agosto presso l’area de “ La Pinetina” a Terracina si svolgerà la terza edizione di Solidarietà in Festa in cui verranno affrontati due temi particolarmente importanti: l’uno relativo al lavoro e alla disabilità “Disabili e Lavoro:  tra bisogni e risorse”, l’altro relativo al ruolo del terzo settore e al suo  rapporto con le istituzioni e la comunità:  “ Istituzioni e  Terzo Settore:  welfare comunitario,  sussidiarietà  e partecipazione”.

Il dibattito sul lavoro si svolgerà  giovedì 4 agosto a partire dalle ore 20.00. Interverranno: Della Penna  presidente amministrazione provinciale, Roberta Tintari vicesindaco comune di Terracina,   Danilo Zomparelli assessore politiche del lavoro comune di Terracina, Giovanni Amuro presidente ASCOM Terracina, Andrea Spigoni presidente cooperativa Alice di Tarquinia, Fabio Nisi referente SAIP Latina. Inoltre porteranno i loro saluti il senatore Claudio Moscardelli e il presidente della FISH Latina Stefano Soscia. Il lavoro rappresenta un aspetto fondamentale di emancipazione per molti ragazzi disabili che hanno sviluppato capacità e professionalità grazie  all'impegno delle  famiglie  e di molti insegnanti,   che non riescono ad essere spese nel contesto socio-imprenditoriale. Il 7 agosto, invece, sempre a partire dalle 20.00, si affronterà il tema del rapporto tra terzo settore ed istituzioni.

L’analisi da cui si è partiti, che ha preso spunto sia dalla nuova legge delega nazionale sul Terzo Settore che dal documento preparatorio alla redazione del Piano Regolatore Regionale Sociale,  è  che il modello di welfare attuale, incentrato su aiuti monetari diretti più che sull’offerta di servizi, sia in crisi. Di fronte al dualismo Pubblico - Privato che in questi anni ha polarizzato gli interventi socio-assistenziali, andato in crisi a causa della grave congiuntura economico-finanziaria,  occorre creare un nuovo welfare capace di generare cambiamenti, di creare benessere. Per dare risposte inusuali e trasformative, molte delle associazioni del terzo settore di Terracina (circa 10) si sono unite ed hanno dato vita ad un coordinamento. Questo nuovo soggetto, che può rappresentare uno strumento formidabile per interpretare un volontariato effettivamente innovativo, vuole capire insieme alle istituzioni come possa concorrere al progresso culturale, sociale e civile della nostra comunità. A questo confronto sono stati chiamati Nicola Procaccini sindaco di Terracina, Roberta Tintari vicesindaco e assessore alle politiche sociali, Carla Amici direttore azienda speciale, Paola Savioli porta voce della Rete OTS.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400