Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Ex ospedale, patrimonio in lista d'attesa
0

Ex ospedale, patrimonio in lista d'attesa

Terracina

La Asl non sa che farne, tentativo di alienarlo al Comune a 7 milioni ma non ci sono le risorse

Eppure, in quella struttura che si affaccia su via Anxur e via San Francesco all’ombra del Tempio di Giove, potrebbe sorgere di tutto. Ambulatori, aule universitarie, una struttura ricettiva, una location per eventi. E, visto che tanto se ne parla, anche una casa della cultura. Col panorama mozzafiato, una posizione invidiabile e - perché no - qualche privato pronto a mettere sul piatto cifre da prendere in considerazione, l’edificio potrebbe davvero rinascere e rappresentare un punto di riferimento. E invece no, tutto resta abbandonato, appeso a un futuro incerto. Sull’ex ospedale di Terracina, struttura adiacente all’edificio storico dell’ex convento di San Francesco, resta un punto interrogativo che pesa come un macigno. L’immobile, di proprietà della Asl, di fatto è stato messo in lista d’attesa. L’azienda avrebbe manifestato un’intenzione ad alienarlo al Comune ma i costi sono alti, visto il suo valore per svariati milioni di euro: si parla di almeno 7 milioni. Per adesso per l’ex ospedale non si vede l’uscita da un tunnel lungo più di 20 anni. 

Da quando i locali si sono svuotati allorché, all’inizio degli anni Novanta, venne aperto il nuovo ospedale “Fiorini”. Da allora il nulla: nessun progetto di riqualificazione concreto, nessun atto di indirizzo che potesse portare quel “tesoro” a uscire dall’oblio. Nulla. Azioni concrete sono mancate, le idee no. Era sorto perfino un comitato che tra incontri pubblici e petizioni ha cercato di risollevare le sorti dell’immobile ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Di fatto, fin qui non si è riusciti a prendere una posizione in merito, col timore anzi che da un momento all’altro l’edificio dell’ex ospedale potesse finire in vendita per garantire incassi sicuri all’azienda sanitaria in deficit finanziario. Le uniche novità sostanziali hanno riguardato, negli anni, le incursioni continue da parte di ladri, sbandati e senzatetto che hanno trovato nell’ex ospedale un riparo o un luogo da depredare senza trovare chissà quali opposizioni. E così, mentre si parla di carenza di spazi per giovani, per eventi culturali e per l’aggregazione, ci sono immobili di pregio che restano abbandonati al proprio destino. Per quanto strano, assurdo e incerto sia. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400