Non solo illuminazione pubblica. I consiglieri del Partito democratico di Terracina chiedono di fare chiarezza anche su piscina comunale e palazzi storici. Il gruppo consiliare rappresentato da Alessandro Di Tommaso, Valentina Berti e Giuseppe D’Andrea ha prodotto un’istanza di accesso agli atti in Comune. L’obiettivo è quello di raccogliere tutta la documentazione disponibile a proposito dell’impianto sportivo di San Martino e della gestione dei palazzi storici. In particolare l’istanza riguarda il complesso di San Domenico, la chiesa dell’Annunziata e il castello Frangipane. Sia per gli edifici storici che per la piscina, i consiglieri del centrosinistra hanno richiesto alla segreteria del sindaco Nicola Procaccini di produrre tutte le “carte” che negli anni sono state firmate da politici e funzionari dell’ente. Una volta raccolta l’intera documentazione tra delibere, determinazioni, contratti, capitolati d’appalto e quanto altro uscirà fuori da archivi e cassetti, si potrà avere un quadro più definito della situazione. Certo, c’è da immaginare che tra atti e scartoffie la mole di documentazione sia davvero enorme. Anche perché si tratta di progetti che vanno molto indietro nel tempo.

L’impegno del Pd è comunque quello di fare chiarezza, così come accaduto nei giorni scorsi con l’analoga iniziativa portata avanti sui lavori di pubblica illuminazione affidati alla società “Gemmo”.