Il Comune mette ordine sui terreni gravati da uso civico. E lo fa con una delibera del commissario prefettizio Erminia Ocello che dà il via a una serie di iniziative da parte degli uffici municipali per una ricognizione della situazione, l’individuazione di casi “anomali” e l’attuazione di procedure di regolarizzazione laddove emergano casi in attesa di risoluzione. Questo partendo da una doppia premessa. La prima è che l’ente, dopo anni, vuole agire in modo deciso per recuperare canoni e somme di cui – si sospetta – potrebbe essersi persa traccia; secondo perché nel corso del tempo sull’intricata vicenda delle occupazioni di terreni di uso civico sono sopravvenute sentenze della Corte di Cassazione e pronunce di Regione e Agenzia del Territorio. Da qui un’indagine su terreni, canoni e istanze di legittimazione. La materia, comunque, resta complicata.

L'articolo completo in edicola con LATINA OGGI (21 dicembre 2015)