Sono stati condannati a tre anni i responsabili di un'aggressione in casa ai danni di due cittadini stranieri. I fatti risalgono allo scorso febbraio quando tre cittadini indiani tra i 28 e i 35 anni furono arrestati dai carabinieri della Compagnia di Terracina, intervenuti per liberare due connazionali rinchiusi in casa e picchiati. Le indagini avrebbero poi chiarito che quell'aggressione era dovuta a una richiesta di denaro. Gli indagati sono comparsi davanti ai giudici del collegio penale presieduto dal dottor Pierfrancesco De Angelis che, a conclusione del processo, ha condannato ciascuno dei tre a una pena di 3 anni di reclusione. La difesa, rappresentata dall'avvocato Alessandro Farau, ha preannunciato la richiesta di istanza di scarcerazione.