Caccia ed esercizio illegale, aggravati dall'uso di strumenti vietati dalle leggi venatorie vigenti.

Sono queste le motivazioni che hanno portato il personale del Corpo forestale dello Stato a denunciare due bracconieri, "pizzicati" dagli uomini in divisa fra i boschi di Velletri, Lariano, Rocca di Papa, Labico e Rocca Priora.

In particolare, la coppia è stata trovata in possesso - oltre che dei fucili da caccia - anche di strumenti elettromagnetici non legali, utili per attirare gli uccelli.

Ovviamente, le armi in loro possesso, l'apparecchiatura sopra citata e le prede già cacciate sono state sequestrate.