Durante la seduta dello scorso 3 ottobre, la Giunta comunale di Velletri ha deliberato l’adesione alla proposta dell’Anci Lazio - peraltro presentata proprio a Velletri in occasione dell’assemblea regionale dell’Associazione dei Comuni italiani - utile a contribuire alla ricostruzione di due edifici pubblici ad Amatrice e Accumoli, i due Comuni del Lazio devastati dal terremoto del 24 agosto.

In particolare, il sindaco Fausto Servadio e tutti gli assessori presenti alla seduta (Pontecorvi, Andreozzi, Ciafrei, Masi, Pocci e Usai) hanno dato mandato al dirigente dello specifico settore “per l’adozione dei provvedimenti conseguenti e necessari” al fine di destinare - come prevede l’accordo sottoscritto dai Comuni con l’Anci Lazio - la somma di 20mila euro quale quota per la ricostruzione della scuola di Amatrice e del palazzo comunale di Accumoli.

“Abbiamo ritenuto di aderire all’iniziativa - si legge nella delibera approvata negli uffici di piazza Cesare Ottaviano Augusto - perché siamo consapevoli che alla tragedia e al dolore debba seguire la volontà di rimettersi in piedi e di ricostruire, in un alto spirito di fratellanza”.