Ormai messi da parte i fasti e le soddisfazioni delle settimane scorse e delle vittorie di Coppa Italia e playoff, l'Unicusano Fondi comincia a guardare avanti. Con un obiettivo ben preciso, legato all' approdo (ma sarebbe meglio dire il ritorno) del club rossoblù nel campionato di Lega Pro. Nei prossimi giorni verrà formalizzata la domanda di ripescaggio nella terza categoria professionistica, che tutti davano per scontata fin dalla conclusione della seconda fase stagionale culminata nelle vittorie di Taranto e Francavilla, ma che la proprietà del sodalizio fondano ha reso noto nelle ultime ore. A darne notizia è stato proprio Stefano Bandecchi, patron dell'Unicusano Fondi, che ha sciolto ogni residua riserva in merito. «Presenteremo la domanda di ripescaggio soprattutto per rispetto della città e della tifoseria, perché dopo un finale di stagione così bello è giusto che tutti possano gioire, non farla sarebbe offensivo per tutti, specie dopo aver centrato una doppia vittoria - ha affermato Bandecchi - il nostro programma iniziale era quello di rimanere in serie D al massimo per un biennio, adesso proviamo la strada nella serie superiore».
La volontà è quella di concretizzare il grande sforzo profuso dalla squadra diretta da Ferruccio Mariani nelle ultime settimane di competizioni ufficiali, ma anche di portare avanti i programmi legati alla ricerca scientifica, che la proprietà sta portando avanti di pari passo con l'attività agonistica e della quale la squadra rappresenta l'efficace testimonial "Versare la quota a fondo perduto di 250.000 euro (prevista per i club che presentano domanda di ripescaggio, ndc) sono una cifra onesta per lo scopo che portiamo avanti» prosegue il fondatore dell' Università, «ed un approdo in terza serie, ovvero una vetrina di forte impatto mediatico, darebbe un impulso notevole: tanti spettatori che potranno sentir parlare del nostro lavoro a favore della ricerca». Particolarmente soddisfatto anche il presidente Nicola Ciarlone: «Le parole del patron a favore della città mi inorgogliscono, la terza serie dovrà essere un traguardo da condividere tutti insieme; stiamo già lavorando per fare in modo che tutto sia pronto per la fine del mese». Dopodiché non resterà che attendere le decisioni ufficiali degli organi federali, sebbene anche il ritorno del torneo di Lega Pro a 60 squadre (sei in più rispetto all' annata appena conclusa) gioca chiaramente a favore dei tirrenici. Al pari della conformazione della graduatoria di ripescaggio, che vede l' Unicusano Fondi collocata in quinta posizione, ma con almeno due sodalizi precedenti in grossa difficoltà circa il nulla osta per lo stadio, che il presidente di Lega Gabriele Gravina ed i suoi collaboratori hanno già considerato condizione imprescindibile per ottenere il salto di categoria. La situazione complessiva appare favorevole