La Mens Sana Latina, il cui rappresentante legale è l'ex presidente Benedetto Mancini, è l'unica società che ha chiesto di partecipare al terzo esperimento di vendita per rilevare la società Us Latina Calcio dal fallimento. A renderlo ufficiale è stato il Tribunale di Latina alle ore 15. La società adesso dovrebbe tornare nelle mani di Benedetto Mancini che aveva interrotto la sua avventura alle redini del club di Piazzale Prampolini il 9 marzo scorso, giorno del fallimento. Soddisfatto all'uscita del Tribunale di Latina di via Fabio Filzi lo stesso Benedetto Mancini, che parla già come chi ha preso nelle mani le redini del club: "I leoni tornano a ruggire  - ha detto - riprendiamo il discorso da dove lo avevamo lasciato. Ci abbiamo messo la faccia, i soldi e il tempo perché crediamo ancora nel risultato, nella possibilità di salvare la società. Il 18 maggio credo che possiamo salvare la Serie B. Vivarini rimarrà con noi - continua - Questa è una risposta a chi non ha  creduto in noi. E' un sacrificio fatto per la città, per i tifosi e per tutto l'ambiente nerazzurro".

Alle 16, al Park Hotel, Mancini sarà in conferenza stampa per delineare il quadro generale dell'operazione.