Galeotta fu la cena. E, a quanto è dato sapere, promettente. Pronta a cancellare in un colpo solo tutti i dubbi che da alcuni giorni avevano attanagliato la piazza, divisa tra la nascita di un Latina Calcio nuovo di zecca e l'arrivo nel capoluogo del Racing Fondi.
Dicevamo di una cena, di un colloquio che sarebbe sul punto di dare i propri frutti. Nella serata di mercoledì, Andrea Chiappini, che in questi mesi ha lavorato alacremente al fianco del sindaco Coletta per mettere insieme la cordata di imprenditori pronti a ridare un corpo e un'anima al Latina Calcio, si è incontrato con Massimo Perrone, responsabile degli uffici della Meleam, a Latina Fiori, una società per azioni che attraverso un gruppo di altre società concessionarie del brand operanti su tutto il territorio nazionale, offre un servizio globale alle imprese nel campo della sicurezza nei luoghi di lavoro, medicina polispecialistica e legale, consulenza e gestione aziendale, immobiliare, property management, information technology, mediazione creditizia ed assicurativa, comunicazione e partnership.
La Meleam, legata allo sport (in passato è stata vicina a rilevare il Bari e la Salernitana, ma è attualmente partnership di molte società), sarebbe pronta a prendere in mano il pacchetto di maggioranza del futuro Latina Calcio.
«Tutto vero - ci ha spiegato al telefono il presidente e amministratore delegato della Meleam, Pasquale Bacco - A patto che quello che ci hanno prospettato, trovi poi terreno fertile nei fatti. Noi siamo convinti che sia così, il nostro responsabile degli uffici di Latina, Massimo Perrone, ha avuto un incontro con una persona (Andrea Chiappini, ndr) molto vicina al sindaco di Latina, anche perchè era stata proprio l'amministrazione comunale a contattarci.