Alle ore 20 di ieri il Latina Calcio 1932 è diventato ufficialmente una società. L'atto costitutivo è stato firmato davanti al notaio Giuseppe Coppola negli uffici di via Carducci al termine di una giornata convulsa per via, soprattutto, della scelta del presidente tra i soci fondatori del neonato sodalizio. Un nodo che, di fatto, ha bloccato le operazioni per tutto il pomeriggio e che è stato sciolto soltanto in serata, quando la carica di massimo dirigente è stata affidata al commercialista Nando Leonardi, già dirigente della società nerazzurra negli anni Settanta. Al suo fianco ci sarà Pino Selvaggio nei panni di vice presidente. Gli imprenditori alla guida della società sono oltre a Leonardi e Pezone anche Cavaricci, Terracciano, Braca, Barletta e naturalmente Fabio Napolitano degli Istituti Steve Jobs. Tutto da decidere, invece, per quanto riguarda i ruoli dirigenziali con Andrea Chiappini con cui sembrerebbero essersi arenati i rapporti.

Tutti i dettagli domani in edicola con Latina Oggi.