Il Gruppo Bolliti, uno dei club di supporter organizzati del Latina Calcio nati in Serie B, ribadiscono i loro dubbi sul modus operandi della nuova società. Ecco il comunicato: «Ormai i giochi sono fatti e ne prendiamo tristemente atto, il rammarico di chi come noi sperava in un cambiamento o almeno in un nuovo inizio per il Calcio a Latina è pian piano naufragato dopo l'addio di Pezone e ufficializzazione (che noi sapevamo da tempo) delle prime cariche come quella inspiegabile di DS e Allenatore del Sig. Chiappini. Il Gruppo Bolliti oggi più che mai reputa che le argomentazioni e la decisione del comunicato postato pochi giorni fa da ancora più forza alla protesta di tanti tifosi che ci incontrano e scrivono complimenti per aver scelto di uscire finalmente allo scoperto e dire quello che la maggior parte del tifoso pensa".

Il riferimento è all'articolo apparso proprio oggi sul nostro quotidiano che parlava di incontri e trattative per la dirigenza del Latina Calcio 1932 che, in realtà, deve essere ancora definita nelle cariche con un consiglio di amministrazione necessario dopo l'addio di Pezone e l'arrivo di Agostino Tucciarone che sta portando avanti, a quanto pare, l'aspetto organizzativo dello staff. Tutto deve essere ufficializzato e avallato dalla società, questo è chiaro, ma già ci sono delle cariche che sembrano essere certe. La prima è quella appunto di Andrea Chiappini nel ruolo di diesse e allenatore, affiancato da due suoi fedelissimi come Bruno Federico e il segretario Maurizio La Penna. Ma gli incontri in un noto bar della città sono stati parecchi e si è parlato di molti aspetti. A curare il campo Francioni sarà quasi certamente Claudio Marrucco, storico giardiniere del Francioni, mentre saranno probabilmente gli stessi dello staff di Tucciarone al Latina Calcio i massaggiatori e i fisioterapisti. Per quanto riguarda il marketing e la pubblicità pare invece esserci una sorpresa che, in caso di ingaggio, potrebbe far discutere, vale a dire quello di Emanuele Di Giorgi che ha incontrato parte della nuova dirigenza e che ha ricoperto questo ruolo per anni nell'Us Latina Calcio. Storica figura del calcio in nerazzurro è invece quella di Giancarlo Sibilia, anche lui nella scorsa stagione ingaggiato dalla società presieduta da Maietta per il settore giovanile. Al mitico "baffo", grande conoscitore del calcio di Serie D, è stato chiesto di ricoprire il ruolo di direttore tecnico. Tutto, come detto, è ancora da definire e attende di essere avallato dal cda di mercoledì quando, probabilmente, verrà anche cambiato il ruolo di presidente.