Giovane e in rampa di lancio. L'ex Frosinone Alessio Tribuzzi ha anche le idee molto chiare: «Sono contento della mia prestazione - conferma Tribuzzi - Ma in generale credo che ci sia stata con l'Ostiamare una crescita generale positiva. Mi fa piacere aver contribuito al successo nel mio piccolo. La cosa importante era il risultato, dimenticare la sconfitta di Cassino e rilanciarci in classifica. Con Thomas (Barone ndr) era la prima volta che ci giocavo. E' arrivato da poco e tra l'altro fa il centrocampista, nonostante questo siamo andati bene».
Con l'infortunio di Caputo, out per almeno un mese, il posto del secondo ‘98 (l'altro è in porta) da schierare in campo se lo giocheranno proprio Tribuzzi e Natale, anche se Chiappini ha deciso domenica di schierarli lo stesso insieme presentandosi contro l'Ostiamare con 5 giovani di Lega: «Dispiace tanto per il compagno infortunato. Il mister è uno che guarda molto quel che accade in settimana. Evidentemente ha notato che poteva fidarsi di entrambi. Mi ha fatto piacere e spero di continuare così. Non c'è nulla di scontato, la maglia da titolare non te la regala nessuno e so che bisogna lavorare, e tanto, in ogni allenamento. Noi possiamo fare bene, con l'aiuti dei nostri tifosi ce la possiamo giocare con tutti».

Dal campo

Testa al Tortolì, ma pensiero proiettato anche alla successiva trasferta in casa della Lupa Roma. Un avversario che Chiappini ha voluto visionare ieri di persona, insieme al suo staff, sugli spalti dello stadio di San Basilio dove i romani hanno giocato e perso di misura la gara di recupero della terza giornata di campionato contro l'Ostiamare. E' stato revisionato anche il programma, che ieri ha visto i nerazzurri svolgere un solo allenamento mattutino alla Fulgorcavi. Seduta caratterizzata con esercitazioni a tema con il pallone e partitella a campo ridotto. Assenti i soliti Pagliaroli e Caputo, unici infortunati in rosa insieme al lungodegente Angelov. Oggi in programma la partitella con la formazione Juniores Nazionale.