Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.





0

Traffico di droga, detenzione di armi ed estorsioni: ecco i dettagli sui 14 arresti

Anzio

Il video dell'operazione di stamattina

Arrivano i primi dettagli sulla grossa operazione che ha permesso di sgominare un vasto traffico di droga, ma anche la detenzione illegale di armi da fuoco e delle estorsioni.

Nello specifico, i poliziotti del commissariato di Anzio, della Squadra mobile della Questura di Roma e del Reparto prevenzione crimine di Roma hanno dato esecuzione ad un’ ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal Gip presso il Tribunale di Velletri su richiesta della Procura della Repubblica. In particolare, sono state tratte in arresto 14 persone gravemente indiziate, a vario titolo, di traffico internazionale di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio continuato di droga, estorsione, detenzione e porto illegale di armi da fuoco clandestine ed altro.

L’indagine, nata nell’aprile del 2015, ha fatto emergere una realtà complessa e articolata, tramite cui si è ricostruito un sistema dedito allo spaccio di droga in strada, che spaziava fino all’importazione da altri continenti di ingenti quantitativi di cocaina e si estendeva alle armi e alle estorsioni.
Secondo quanto reso noto dalla Questura di Roma, le intercettazioni telefoniche e ambientali, che si sono rivelate indispensabili per l’accertamento dei fatti, hanno dimostrato, oltre a un considerevole spaccio di stupefacenti, la detenzione illegale di varie armi da fuoco, mettendo in luce altresì connessioni tra gli ambienti più degradati della società con la commissione di reati quali estorsioni in danno di pubblici esercizi. Le indagini, infine, hanno consentito di accertare la commissione da parte della malavita locale di una serie di estorsioni ed aggressioni.

Tutti gli arrestati, alcuni dei quali erano già detenuti, sono stati associati alla Casa Circondariale di Velletri e Rebibbia per gli interrogatori di garanzia, mentre 3 sono stati condotti presso le rispettive abitazioni agli arresti domiciliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400