Roma, 26 nov. (Adnkronos Salute) - Per il vaccino anti-Covid "non c'è una corsa tra aziende, ma c'è una corsa contro il tempo. Da azienda che sta facendo ricerca, mi auguro che arrivino 5-6 vaccini così avremo più dosi a disposizioni da poter somministrare. Dobbiamo fare uno sforzo aggiuntivo e collaborare tutti". Lo ha sottolineato Massimo Scaccabarozzi, presidente e amministratore delegato di Janssen Italia, nel suo intervento all'evento online 'Next generation health: le priorità degli italiani per la sanità del futuro'.

"La pandemia ha dimostrato che non c'è salute senza economia, ma non ci può essere economia senza salute - ha aggiunto Scaccabarozzi, anche presidente di Farmindustria - La tutela della salute deve essere una responsabilità collettiva, ma soprattutto la salute non può essere solo un costo ma deve essere un investimento per il Paese. La pandemia ha testato le difficoltà e dobbiamo quindi andare oltre l'ordinario, uscire dall'approccio 'a silos' per un approccio olistico che tenga conto dell'esigenza del paziente sul territorio per assisterlo al meglio. Nel settore farmaceutico, come in quello dei dispositivi medici, abbiamo i tetti di spesa" e "questo fa chiaramente capire che si continua ad avere un approccio alla salute come una spesa".

"Il settore farmaceutico - ha concluso - in 4 anni ha restituito 2,4 miliardi. La sola Janssen ha restituito 300 milioni, immaginatevi quali investimenti avremmo potuto fare per dare aiuto e assistenza ai malati".