Roma, 1 gen. (Adnkronos) - Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 174.141 casi di positività, 2.629 in più rispetto a ieri, su un totale di 11.372 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 22,9%. Effettuati anche 11.559 tamponi rapidi. Prosegue l'attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.168 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 517 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone, 568 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 46 anni. Sui 1.168 asintomatici, 563 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 114 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 27 con gli screening sierologici, 12 tramite i test pre-ricovero. Per 452 casi è ancora in corso l'indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 564 nuovi casi; a seguire Modena con 512, Ravenna (292), Reggio Emilia (259), Rimini (258), Piacenza (188), Ferrara (142), Parma (93). Poi, Cesena (129), Forlì (117) e Imola (75).

"In questi giorni assistiamo a un incremento dei casi positivi, in Emilia-Romagna e nel Paese- afferma l'assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini-. In parte atteso, perché scontiamo qualche settimana precedente al Natale che ha visto maggiore libertà di movimento e di relazioni personali e sociali per i cittadini. Inoltre, all'alto numero di tamponi molecolari che facciamo, si aggiungono ogni giorno sempre più tamponi rapidi, quasi 30mila solo negli ultimi tre giorni: una capacità di testare la popolazione che ci permette di trovare molti asintomatici e quindi di fare maggior controllo e prevenzione. Ma è soprattutto importante l'avvio, ieri, dopo il "vaccine day", della campagna vera e propria di vaccinazioni contro il Covid. Siamo partiti col personale sanitario, gli operatori e i degenti delle CRA e in Emilia-Romagna ci siamo dati l'obiettivo di arrivare a fare 50mila vaccini a settimana: adesso più che mai è il momento di tenere alta la guardia, continuando tutti a rispettare le regole di sicurezza".