Roma, 26 feb. (Adnkronos) - "Le 194 persone a bordo della SeaWatch fuggono da guerre, torture, campi di concentramento. Vengono da un posto, la Libia, dove il coronavirus non c'è. Perché non ci sono voli e perché ad oggi in Africa l'unico caso registrato è quello di un Italiano in Algeria. Capisco sia difficile da accettare per chi ha costruito anni di campagne d'odio contro i più deboli, ma siamo noi che 'portiamo le malattie'". Lo afferma Erasmo Palazzotto di Sinistra Italiana-Leu.

"E anche volendo applicare il principio di precauzione,- prosegue il parlamentare di Leu - che senso ha tenerli in quarantena su una nave? Perché non possono essere messi in quarantena in una struttura adeguata come tutti gli altri cittadini che arrivano in Italia? Solo perché sono africani? E ancora, perché non lasciano in quarantena su un aereo tutti coloro che arrivano in Sicilia dal Veneto e dalla Lombardia? Perché sarebbe un'idiozia. "

"Lo dico forte e chiaro: coloro che vengono soccorsi sono più controllati di chi arriva con altri mezzi o di chi è già qui. Ogni scusa - conclude Palazzotto - è buona per essere razzisti, caro Musumeci."