Palermo, 8 mag. (Adnkronos) - Si articola in otto punti il pacchetto di interventi 'per la ripresa economica e sociale post emergenza - Covid 19 della città di Caltagirone'. Sono contenuti nella delibera adottata dall'Amministrazione comunale che recepisce i contributi emersi dai lavori del tavolo tecnico, promosso dal sindaco, Gino Ioppolo, e dal presidente del Consiglio comunale, Massimo Alparone, con i rappresentanti delle associazioni di categoria, dei sindacati, degli ordini e delle associazioni professionali, di altri soggetti pubblici e privati, oltre ad assessori, consiglieri e dirigenti. Il primo punto riguarda il canone per l'occupazione del suolo pubblico (Cosap), per il quale si dispone, "sino al 31 dicembre ma con possibilità di estensione degli effetti a tutto il primo semestre 2021", l'esenzione a favore di operatori economici, alberghi e strutture ricettive, esercenti di bar, ristoranti e affini e attività turistiche. Esenzione Cosap anche a favore di singoli cittadini o di interi condomini in occasione dell'esecuzione di lavori edili per il ripristino delle facciate o di parte di esse. Per quanto riguarda il commercio su aree pubbliche si autorizza, "in via sperimentale e temporanea", lo spostamento del mercato del sabato nell'area recintata di via Cristoforo Colombo per consentirne "lo svolgimento nel rispetto delle norme per il contingentamento delle presenze e degli accessi nelle aree destinate ai mercati". Prevista anche una riduzione della Tari, che "sarà definita in funzione degli specifici trasferimenti regionali e statali a compensazione delle minori entrate" a favore degli operatori che hanno dovuto sospendere le proprie attività economiche. Stop anche per il 2020 alla tassa di soggiorno con la possibilità di un'ulteriore sospensione anche per il 2021. Sul fronte degli affitti degli immobili comunali, invece, è prevista l'esenzione dal pagamento dei canoni dovuti dagli operatori economici, dagli enti e dalle associazioni per l'utilizzo di immobili destinati a sale cinematografiche o per l'utilizzo di strutture e impianti sportivi, limitatamente al periodo che va dal 5 marzo e fino al termine della sospensione di utilizzo. Autorizzato il sistema 'Drive in' di proiezione di spettacoli cinematografici, concedendo senza oneri finanziari idonee aree pubbliche, anche da adeguare per l'esercizio di questa attività. Via libera anche alla creazione di uno sportello telematico con cui cittadini e professionisti possano interfacciarsi in maniera agile con la burocrazia comunale.

Infine, è prevista l'istituzione di un tavolo tecnico con la Sie, la società che gestisce il servizio idrico, per rinegoziare tariffe applicate e modalità di esazione per gli operatori economici maggiormente colpiti dalla crisi provocata dal Covid 19. La delibera sarà sottoposta al Consiglio comunale per l'approvazione. "Caltagirone - sottolinea il sindaco Gino Ioppolo - è uno fra i primissimi Comuni in Sicilia a dare corpo sul territorio alla manovra economica prevista dalla Finanziaria regionale. Si tratta di un primo passo concreto per la ripartenza della nostra città attraverso misure che riguardano diversi aspetti e settori e che tengono ampiamente in considerazione le legittime esigenze e le proposte di cittadini, associazioni di categoria, sindacati, ordini professionali e altri soggetti pubblici e privati che hanno così dato il loro tangibile contributo. Sono fiducioso che il Consiglio comunale possa approvarlo in tempi brevi".