Dal Villaggio Operaio liberty al piano di Riccardo Morandi, l'evoluzione urbanistica e sociale dalla città razionalista degli anni ‘30, fino alla Città Aziendale del dopoguerra. "Città Novecento", il docufilm prodotto da Filmedea (in co-produzione con Luce Cinecittà), che racconta la città di Colleferro e una comunità che ha saputo rigenerarsi aprendosi al futuro (già Capitale della Cultura della Regione Lazio nel 2018, e ora Capitale Europea dello Spazio 2022) sarà proiettato oggi al Multisala Corso di Latina.

Un evento speciale, considerato che il film diretto da Dario Biello, è dedicato alla memoria di Antonio Pennacchi, che vedremo sullo schermo nella sua ultima apparizione cinematografica. È il primo docufilm di una serie, frutto di una ricerca sul tema delle Città di Fondazione, o meglio New Towns, come preferiscono chiamarle i produttori. Testimonianze e fiction fanno della pellicola un lavoro che sta riempiendo le sale d'Italia. Stasera, famiglia Pennacchi in prima fila, saranno presenti il regista e parte del cast. Un film con Alessandro Haber, impreziosito dai contributi culturali di Antonio Pennacchi (ripreso dalle telecamere in fase di preparazione dell'opera, in Piazza del Popolo), Massimo Cacciari, Emilio Gentile, Maurizio Morandi, Claudia Conforti, Gianfranco Siniscalchi e altre personalità della cultura e del giornalismo. Colleferro, la Città Fabbrica della B.P.D., protagonista di questo esordio grazie al titolo di Città della Cultura della Regione Lazio 2018, "è stata l'occasione per ampliare il tema della Città di Fondazione con quello dell'innovazione tecnologica e del rapporto tra industria e centri abitati". Appuntamento alle 21:30.