È il cantautore della musica ribelle, e nel 2016 ha rafforzato questa identità. Voleva ritrovare l'energia "che vibra nelle ossa", l'intensità che entra nella pelle. Eugenio Finardi, guru della musica indipendente, non è mai stato un artista banale e ancora oggi, al grido di "Milano chiama", affida a una canzone i sentimenti di un uomo che di fronte agli "oceani di silenzio" del lockdown, invita a ripartire con sempre più forza. Lui, Finardi, è ripartito spesso nella vita senza tradire mai la sua ricerca di nuove sonorità e quella voglia intima e impellente di raccontare stori. Lo farà anche sabato 19 settembre, attesissimo protagonista di "Acoustic Trio" nei Giardini del Comune di Latina, concerto organizzato con il Maggio Sermonetano e, in prima linea, con Massimo Gentile. Canzoni e racconti scandiranno i ritmi di una serata intrisa di emozioni, per ragionare su molte cose, sui nostri tempi e sulla verità che c'è nell'Arte.

Il cantautore milanese sarà affiancato da Giovanni "Giuvazza" Maggiore alle chitarre, giovane cantautore della scena torinese, e da Federica Finardi Goldberg (sua nipote) al violoncello, da anni al suo fianco con crescenti consensi.

"Eugenio - leggiamo sulle note del concerto - decide di mettersi in gioco ancora una volta salendo sul palco per raccontare e raccontarsi affiancando al suo vastissimo catalogo musicale, il suo altrettanto ampio background culturale. Ogni serata è uno spettacolo a sé e l'unica costante è il senso di libertà con cui Finardi affronta il suo repertorio assecondando i propri umori e quelli del pubblico, col quale stabilisce un rapporto profondo e spontaneo".

Saranno in tre sotto i riflettori del Giardino del Comune, ma lo spettacolo è scritto insieme al pubblico presente, pronto a seguire le orme tracciate dal pensiero. "Sempre più spesso - ha dichiarato più volte Finardi - quando le persone mi aspettano per un saluto a fine concerto, mi ringraziano per ciò che ho rappresentato nelle loro vite. Da ragazzo questa cosa mi inorgogliva, adesso sento principalmente gratitudine perché è attraverso la loro percezione che sono diventato la persona che sono». Biglietti presso Vinileria, in Corso Matteotti a Latina, online su Ciaotickets. Info Maggio Sermonetano, 3296284750.