Il Sindaco di Latina Damiano Coletta, l'assessore alla Cultura Silvio Di Francia, Luca Fornari e Alessandro Berdini, rispettivamente Amministratore delegato e Direttore artistico dell'ATCL, e poi l'attore e regista Clemente Pernarella hanno preso posto al tavolo della conferenza stampa che ieri, negli spazi della Sala "Enzo De Pasquale" del Comune, è stata organizzata per annunciare la Stagione estiva di prosa che animerà il capoluogo nei prossimi mesi. Si intitola "Milagro", che richiama alla mente il film diretto dall'attore Robert Redford, e un "miracolo". Un termine da suddividere in altri due: "Mil" - iniziali dei termini Mutazione, Integrazione e Linguaggio -, e Agro, ad identificare il territorio dove si riparte facendo "rete", una rete diffusa che coinvolge più realtà culturali, unite per raggiungere un unico obiettivo. Non è un caso che tra il pubblico della conferenza stampa fossero presenti anche i rappresentanti dell'Agenzia Ventidieci, Vincenzo Berti e Gianluca Bonanni; il presidente di Eleomai, Alfredo Romano; l'attrice e responsabile del Teatro Ragazzi Melania Maccaferri, e il direttore del Teatro Moderno, Gianluca Cassandra. Una squadra, felice di tornare in campo, desiderosa di fare sinergia a favore dello spettacolo dal vivo e di una comunità che finalmente può tornare a viverlo "in presenza".
Promettente la Stagione annunciata, che avrà luogo dal 6 luglio al 10 agosto nell'Arena del Museo Cambellotti (location degli eventi, alla quale si aggiungeranno anche i Giardini del Municipio e per alcuni spettacoli il Campo Coni).
Prima di entrare nel vivo degli appuntamenti, l'assessore Di Francia ha anticipato che la rassegna sarà aperta da un momento che vedrà protagonisti tutti gli addetti ai lavori che ruotano intorno al mondo dello spettacolo dal vivo, duramente colpiti dalla pandemia, che ha rivelato la totale assenza di tutela per questa immensa categoria.

La Stagione si apre il 6 luglio con "Interno familiare", da un racconto di Anna Maria Ortese, dalla raccolta "Il mare non bagna Napoli". Voce e regia sono di Iaia Forte, sulle note del sassofonista Javier Girotto: la storia di un Natale che si rivela senza speranza, che distrugge le illusioni di una zitella.

Segue il 10 luglio "OR_Land -O", paesaggi sonori del Furioso, spettacolo di e con Clemente Pernarella, con lui Melania Maccaferri, Andrei Cuciuc e Viviana Barboni. Da sottolineare al collaborazione artistica del Conservatorio Respighi (musiche e regia del suono Paolo Rotili), e la collaborazione drammaturgica di Stefano Furlan.

La Stagione non dimentica i bambini: l'11 luglio arrivano all'Arena del Cambellotti Alessandro Accettella e Stefania Umana in "I 3 porcellini", testo e regia di Danilo Conti e Antonella Piroli.
Tuffo nella storia il 18 luglio: dal Libro II dell'Eneide, in scena "La caduta di Troia" con un meraviglioso Massimo Popolizio. Sottofondo musicale dal vivo di Stefano Saletti, Barbara Eramo e Pejman Tadayon.
Il 29 luglio due Leone d'oro: Antonio Rezza scende in arena con il testo suo e di Flavia Mastrella "7 14 21 28".

Il 6 agosto omaggio ad Alda Merini con " Il canto degli esclusi", voci recitanti Alessio Boni e Marcello Prayer, e il 10 agosto ancora un tuffo nel mondo dei poemi classici con "Iliade, Odissea", dal libro di Alessandro Baricco. A Latina Massimo Wertmuller e Anna Ferruzzo, musiche eseguite dal vivo del Maestro Pino Cangialosi.

Da ricordare anche le date del 22 luglio e del 24 luglio, organizzate da Ventidieci e Teatro Moderno con l'Atcl, al Campo Coni con Maurizio Battista e Edoardo Leo; eventi ricordati dall'assessore Di Francia insieme alla data del 17 luglio, con Eleomai e Fondazione Varaldo Di Pietro che portano al Campo Coni, Massimo Ranieri.