Sarà inaugurata sabato 10 settembre alle 18,30 presso la Casa del Combattente di Latina in piazza San Marco "Ecologica-Mente". Una interessante mostra d'arte contemporanea di 18 pittori del Laboratorio d'arte di Emanuela Del Vescovo. Il progetto nasce come naturale proseguimento di "Ritmi vitali" realizzato nel 2020 sempre dalla Del Vescovo, di cui alcune opere sono state esposte nello stesso anno a Venezia nella mostra "Future landscape" e a Firenze nella mostra "Radice" nel 2021. Ecologica-Mente è stato realizzato da Emanuela Del Vescovo con un gruppo di allievi e si propone stimolare, in chi ammirerà le 20 tele esposte, il flusso delle idee che passa da un individuo all'altro per un fine costruttivo ed edificante, generare quel sentimento di condivisione e di valorizzazione di un pensiero portandolo al di là della visione del singolo ampliandolo e migliorandolo. Imparare a condividere, a uscire dalle nostre zone di comfort, vedere le necessità degli altri distruggendo il nostro egoismo.

"Studiando e praticando – spiega la Del Vescovo - in modo assiduo l'apertura verso l'altro si arriva ad una visione ecologica della mente, ponendo sul piano metafisico l'ecologismo". Alcuni bozzetti iniziali sono stati realizzati dalla matita della Del Vescovo ascoltando le idee dei suoi allievi, altri dagli stessi. Una serie di dipinti su tele tonde (richiamo alla forma del nostro pianeta) dove è forte l'impronta di chi li ha dipinti e la sensibilità lineare-cromatica di ognuno è emersa in armonia e nel rispetto di quella dell'altro. Nei dipinti ad olio di Ecologica-Mente la fusione tra umano e ambiente naturale è completa. Sono raffigurati umani inglobati da animali, presenze umane all'interno di vegetali, squarci di natura emergono dai ventri umani. Le composizioni sono quasi tutte strutturate sul gioco dell'illusione ottica, figure ambigue distabili, rapporti figure-sfondo. Tutte modulate da una tavolozza tonale con due colori scelti come dominanti: le terre e i blu, tra la Terra e il Cielo. La maggior parte dei tondi misurano 60 cm di diametro, tutte le tele non superano comunque il metro. Gli autori hanno cercato di comunicare attraverso l'immagine la concezione ecologica sistematica fondata nella impossibilità di separare organismo ed ambiente, io sono nella moltitudine di forme vitali come loro sono in me. L'uomo distrugge il proprio ambiente e non si accorge di distruggere anche se stesso, le opere attraverso l'emozione visiva cercano di ampliare questa coscienza nello spettatore.

"Ognuno di noi – continua infine la Del Vescovo - ha il potere di influenzare il mondo che lo circonda con la pratica costante di una ecologia mentale vincendo quei personalismi che distruggono l'ambiente irradiandolo di negatività e armonizzando le nostre vite. L'armonia è un gioco apparentemente complesso, per realizzarlo basta essere semplici e ascoltare, ma sempre e fino in fondo mettendo da parte la presunzione di essere noi i migliori, liberandoci da pregiudizi e condizionamenti". L'esposizione resterà aperta fino al 16 settembre dal lunedì al venerdì dalle 17,00 alle 19,30 la domenica dalle 10,00 alle 12,30.