E' possibile parlare di una declinazione al femminile della comunicazione e del linguaggio giuridico? Un interrogativo che sarà affrontato nel corso dell'incontro «Il fattore umano – la giustizia parla al femminile» che si terrà oggi,  lunedì 5 dicembre a partire dalle ore 17, presso la Sala Italia dell'Hotel Europa a Latina.

Promosso da Latina Oggi e dall'Ordine degli Avvocati di Latina, l'incontro nasce sulla scia del volume dal titolo «Donne magistrato – Comunicazione, linguaggio giuridico e ascolto» a cura di Mirella Cervadoro, già Presidente di sezione della Corte di Cassazione e primo magistrato donna ad aver preso servizio presso il Tribunale di Latina.

Il libro è il resoconto di tre diversi momenti di incontro e di studio che si sono tenuti negli anni 2018, 2019 e 2020 sul tema della comunicazione, del linguaggio giuridico e dell'ascolto nel perimetro femminile dell'esercizio dell'amministrazione della giustizia, e ai quali hanno preso parte giuristi, magistrati, filosofi e linguisti, tutti concordi nel sostenere che il linguaggio giuridico abbia un ruolo primario e determinante nell'applicazione della norma da parte del magistrato, non soltanto rispetto alla interpretazione della legge, ma anche nei confronti della ricostruzione del fatto storico che alla norma si riconduce, perché è attraverso il linguaggio, la parola e la scrittura, che si attiva l'operazione di incontro tra norma e fatto, tra norma e realtà vivente.

L'incontro di lunedì si propone, attraverso una conversazione a più voci, di tenere vivo il filo della discussione aperta con il volume curato da Mirella Cervadoro, che sarà presente all'evento.

Parteciperanno il Presidente del Tribunale di Latina, Caterina Chiaravalloti; il Procuratore della Repubblica di Latina, Giuseppe De Falco; Carla Menichetti, già Magistrato della Corte di Cassazione e Giacomo Mignano, Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Latina.
L'evento è accreditato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati con il riconoscimento di due crediti formativi ordinari.