Tutto pronto per la nuova edizione dei tradizionali fuochi di San Giuseppe che quest'anno raddoppia, due giorni di spettacoli, musica popolare e tradizioni, organizzati dall'Assessorato alla Cultura, in collaborazione con gli Assessorati ai Servizi Sociali ed alle Politiche Giovanili ed Ambiente.
"Quest'anno la festa di San Giuseppe avrà un significato importante - spiega l'Assessore Di Mattia - in quanto alla tradizione si è voluto abbinare l'inclusione sociale, infatti uno dei fuochi, in particolare quello che verrà svolto nella piazzetta Cavone, verrà gestito dai ragazzi che frequentano il ns centro diurno, coadiuvati da alcuni cittadini. Il ricavato della vendita dei biglietti, sarà destinato ai ragazzi del centro, per cui è stata prevista, per questa primavera, una gita. Desidero ringraziare tutti coloro che si sono resi disponibili per la realizzazione dell' evento, in particolare tutti i componenti del comitato Gliu caone" conclude Di Mattia. Si inizia il 18 marzo con l'evento "Aspettando I Fuochi di San Giuseppe".


Alle ore 16.00 piazza Incoronazione si colorerà con lo spettacolo per bambini e famiglie a cura dell'artista Roberto Zilli, alle ore 16.30 la carica esplosiva dell'hip hop della Gym Center, alle ore 17 Giuseppe Prisco ed il Trio DuoDeno grande chiusura della giornata alle 19.30 con il concerto della Rino Gerard Band. Alle 21.30 gli spettacoli lasceranno il passo all'enogastronomia, in tutti i ristoranti e pub si potranno degustare le specialità del territorio.
Grande soddisfazione è stata espressa dall'Assessore alla Cultura, Salvatore Mazziotti, per un nuovo grande evento organizzato nel solco della tradizione e rivolge un ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile questo appuntamento che si rinnova ogni anno.
"Un altro grande appuntamento tanto atteso dai cittadini itrani e non solo - commenta l'Assessore alle Politiche Giovanili, Gabriella Dragonetti - un ringraziamento particolare alle associazioni che subito hanno confermato la loro partecipazione questa è la dimostrazione che il paese dopo gli anni del covid vuole ripartire. Ci aspettano due giornate ricche di appuntamenti in cui è impossibile mancare"
I festeggiamenti continueranno il 19 marzo con la tradizionale festa di San Giuseppe, con l'accensione dei falò, tanta musica e piatti tipici.