Un grande riscontro di pubblico che ha superato anche le aspettative della vigilia. Un successo incredibile testimoniato, a Sabaudia, da una piazza del Comune gremita ed entusiasta davanti ai giornalisti pontini in passerella per l'ottava edizione di "Moda Media", l'evento di solidarietà per sostenere la sanità che si è tenuto, tra gli altri, davanti al Prefetto di Latina Maurizio Falco, al sindaco di Sabaudia Alberto Mosca e la sua Giunta.


Tutto cominciò nel lontano 2006 con la prima edizione di "Moda Media Giornalisti in passerella", il format nato da un'idea di Ebe Pierini - coadiuvata nell'occasione da Mauro Bruno per la conduzione - che ha visto sabato sera le "penne pontine" tornare in passerella sotto l'organizzazione del Comune di Sabaudia, assessorato turismo e spettacolo, e la collaborazione della Pro loco. Per una sera i protagonisti sono stati i giornalisti pontini che hanno lasciato redazioni, microfoni, radio, Tv e siti web per cimentarsi con un'attività molto lontana dai loro impegni quotidiani: una sfilata. Da professionisti della comunicazione a "media models", dunque, animati da coraggio e da un pizzico di sana follia. In gioco per uno scopo benefico: raccogliere fondi per l'acquisto di materiali per il Punto di assistenza territoriale di Sabaudia e per l'acquisto della nuova autoambulanza della Croce Azzurra.


Le giornaliste e i giornalisti, modelli per una notte, hanno calcato la passerella con le splendide creazioni da cerimonia e gli abiti da sposi dell'atelier della nota stilista pontina Verusca Neroni. Le acconciature sono state affidate alla parrucchiera Anna Bottoni di "New Look" mentre al trucco ci ha pensato "Estetica Ester" di Ester De Bellis.
Ad arricchire la serata sono saliti sul palco i "Big Soul Mama", gruppo gospel e soul di Latina diretto da Roberto Del Monte e l'imitatore Gigi Vigliani. La regia della manifestazione è stata di Giuseppe Raccioppi. Prima della conclusione della serata che, come tradizione ha abbassato il sipario a mezzanotte con un meraviglioso spettacolo piromusicale a basso impatto acustico, c'è stato anche il tempo, per i numerosi presenti, di assistere a un'altra sfilata: quella delle Fiat 500 d'epoca.