Quarantanove anni e sentirne non il peso, non la lunghezza, ma il retrogusto acidulo e intenso che è tipico di una tradizione ormai fortemente simbolica. Volge ai cinquanta la celebre Sagra del Carciofo di Sezze, fissata dalla commissione consiliare "Settori produttivi" per domenica 15 aprile 2018: data in cui l'attesa 49esima edizione della kermesse celebrerà il "principe degli ortaggi" che da decenni consente al borgo lepino di ricoprire un ruolo predominante nella produzione e nella vendita del "suo" carciofo.

Numerosi agricoltori, produttori ed esperti del settore si preparano a raggiungere Sezze - tempo permettendo - con il confermato intento di rinnovare l'appuntamento con il gusto, e anche con la cultura, considerando il notevole contributo delle associazioni locali che ogni anno, sollecitate dal Comune, animano le vie del Paese illuminando il retaggio folkloristico del popolo setino. L'impegno della commissione consiliare e delle realtà che parteciperanno alla Sagra, tuttavia, sarà soprattutto quello di valorizzare il prodotto locale, che dovrà necessariamente essere sottoposto a controlli al fine di evitare che, nell'occasione del 15 aprile, vengano proposti al pubblico carciofi provenienti da altre zone. 

Si può ben sperare, dunque, che i visitatori di Piazza Margherita quel giorno si ritroveranno "a tu per tu" con il vero, inimitabile, carciofo setino - riconosciuto come il padre putativo dei carciofi laziali -, tra compere, degustazioni, speciali street food, mostre, concerti e piatti tipici dei ricettari locali.  L'evento è promosso dall'amministrazione comunale. Per tenersi aggiornati circa il regolare svolgimento della manifestazione e sul programma, è possibile visitare la pagina Facebook della "Sagra del Carciofo di Sezze" (@sagradelcarciofodisezze).