Due anni fa il pubblico cantava le hit migliori di "Nonostante tutto". Stavolta sarà "Davide" a dirigere il coro: la versione più schietta e immediata di Gemitaiz, pronto a infuocare gli ammiratori di Latina in occasione dell'Instore  Tour del suo nuovo album di inediti.
L'appuntamento è fissato per le ore 18 alla Feltrinelli di via Diaz. Qui il giovane rapper romano firmerà le copie di "Davide" (2018, Tanta Roba Label, Universal Music Italia), una sorta di autoritratto  musicale disegnato nella ricercatezza, e con l'impudenza mordace che da sempre contraddistingue il "flow" di Gemitaiz tra tanti fuochi di paglia. Si guarda al futuro, su basi Trap e collaborazioni nate nelle aule della nuova scuola Rap (con Achille Lauro e Priestess ad esempio), ma non mancano i principi saldi di un tempo: dalla presenza di MadMan al contributo strumentale di Mixer T, dalla schiettezza penetrante che sfiora il blasfemo ai ritmi agili e alle liriche stringate di sempre.
Per l'occasione, gli studenti del Liceo Artistico di Latina (classi 1^E, 1^B, 2^F, Alice Bottoni) hanno realizzato una apposita scenografia di ritratti e disegni in omaggio a Gemitaiz, con il sostegno della docente di Discipline Grafiche e Pittoriche, Sara De Angelis, e del presidente della Commissione Cultura del Comune di Latina, Fabio D'Achille, che ha ideato e promosso l'iniziativa in sinergia con gli assessorati alla Cultura e alle Politiche Giovanili.